22 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 18:10
CRONACA
Ore 10.04: Si scioglie il sangue di San Gennaro nel Duomo. Sepe: "Gioia per la città di Napoli e per la Campania"
19 Settembre 2019 16:09 —

Quest'anno il sangue del santo patrono di Napoli San Gennaro si è sciolto alle 10.04. Come di consueto, a seguire, lo sventolio del fazzoletto bianco da parte della deputazione. "Gioia per la città di Napoli e per la Campania", sono state le prime parole del Cardinale  Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, che poco prima si era recato in cappella e prendere le ampolle che contengono le reliquie del Santo e dopo aver percorso la navata assieme all'abate, monsignor Vincenzo De Gregorio, ha presieduto la celebrazione. Sempre più numerose le richieste di accredito per seguire la cerimonia da parte dei media nazionali e internazionali e degli ospiti. Quest'anno oltre 400 richieste. La cattedrale, gremita di fedeli come sempre, in questo giorno che per i napoletani è sacro tant'è che i negozi della città di solito aperti anche di domenica, oggi sono chiusi ad eccezione della zona Duomo, proprio in segno di rispetto verso il Santo Patrono. Alla cerimonia per il “Miracolo di San Gennaro ha assistito, tra gli altri, anche Il presidente di Confesercenti Interregionale (Campania e Molise) e Interprovinciale (Napoli, Avellino e Benevento) Vincenzo Schiavo. "Oltre al fondamentale sentimento spirituale e religioso, il Miracolo di San Gennaro rappresenta un forte propulsore per il nostro commercio ed esalta l’indotto economico della nostra città. La festa non è rivolta solo ai cittadini napoletani ma dà grande impulso mediatico a Napoli in ogni parte del mondo. C'erano infatti decine di paesi collegati in diretta per assistere al miracolo. La giornata di oggi celebra il nostro Santo ma è anche un grande evento che porta importanti benefici al turismo e al commercio della nostra Napoli e noi di Confesercenti siamo estremamente soddisfatti. La festa di San Gennaro – conclude Schiavo - incide in particolare sull'area di via Duomo e del centro storico, ed è un'ulteriore attrazione rilevante per turisti, consumatori e quindi per l'economia della città».

19 Settembre 2019 16:09 - Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2019 16:09
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi