23 Settembre 2021 - Aggiornato alle 19:58
POLITICA
Parte da Napoli un progetto teso a realizzare i presupposti per la globalizzazione della Qualità della Vita
24 Febbraio 2021 12:49 — Coronavirus: Le multinazionali farmaceutiche cedano le licenze del vaccino.

Dove sono partiti e movimenti sulla questione delle multinazionali farmaceutiche che non vogliono cedere le licenze dei vaccini necessari all’immunità di gregge? Il Presidente del Consiglio italiano, si afferma, che avanzerà nel prossimo G7 una proposta importante di condivisione delle licenze. Ci chiediamo perché il precedente governo non lo abbia fatto. Eppure era evidente che i cittadini pensavano che una volta creato il vaccino, questo sarebbe stato messo a disposizione dell’umanità, e invece, pare sia diventato l’ennesima occasione di profitto per le grandi multinazionali e le lobby.

Sorge un legittimo sospetto: una multinazionale farmaceutica ha tutto l’interesse di ritardare la produzione industriale del vaccino, perché portarla per le lunghe significa maggiori profitti.

Come si esce fuori da questa situazione? Il punto cruciale è l’approvvigionamento, bisogna produrne di più altrimenti l’emergenza continuerà a creare danni sanitari ed economici, nonché sociali ancora per molti anni. Le case farmaceutiche devono cedere le licenze per il bene dell’umanità. Noi cittadini in questa guerra contro il covid-19, così definita, abbiamo accettato qualsiasi restrizione di libertà, perché le multinazionali farmaceutiche non possono cedere anche loro qualche libertà? Ancora una volta i difetti di questa globalizzazione liberista sono all’ordine del giorno. I trattati internazionali sul commercio e i diritti d’autore devono essere rivisti per far fronte a questo genere di emergenze umanitarie, in un’ottica di sostenibilità del benessere e del sistema finanziario, così come propone la nuova geopolitica mondiale dell’ideologia della qualità della vita (IQDV). Ciò deve essere possibile, perché utile alla maggioranza della popolazione mondiale. Il movimento politico qualità della vita Napoli propone il progetto OCCUPA, ossia Organizzazione Civile dei Continenti Uniti in Partenariato Adeguati all’IQDV. E' un progetto che propone la nascita di una nuova geopolitica mondiale con lo scopo di realizzare i presupposti per la globalizzazione dell’IQDV, proponendo un nuovo equilibrio mondiale costruito dal basso, grazie alla partecipazione attiva ed inclusiva di cittadini ed enti locali, per superare la caotica globalizzazione liberista, non attenta ai bisogni di benessere dei cittadini e ai rischi che incombono sulla società umana così come l’abbiamo conosciuta, oggi con il coronavirus più evidenti.

Domenico Esposito

24 Febbraio 2021 12:49 - Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2021 12:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi