23 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 15:33
POLITICA
Parte "Italia Viva" il nuovo partito di Renzi
18 Settembre 2019 13:14 — Il senatore di Rignano da scaccomatto agli avversari.

Parte Italia Viva, il nuovo partito di Renzi. Quaranta parlamentari, 25 alla Camera e 15 al Senato della Repubblica. Ma sicuramente sono molti di più. Strategicamente, al momento, lasciati ancora nel PD ad occupare poltrone pesanti come quella di Capogruppo al Senato occupata da Andrea Marcucci, renziano di ferro. Tensione ovviamente nel Governo e nei 5 stelle che ora si ritrovano alleati del nuovo partito e dell'ex premier che diventa il terzo azionista della maggioranza e questo, lo sanno bene Conte, Di Maio e tutti i parlamentari, non può non alterare i pesi e i rapporti di forza all'interno della coalizione rosso-gialla. L'irritazione massima è nei 5Stelle che ora si troveranno a trattare non solo con il Pd, ma anche con "l'odiato avversario". Chi non ricorda i "mai con Renzi" o i vaffa di Grillo? Ma la politica è un'altra cosa e lo sa bene il senatore di Rignano che in questi anni ne ha dovuto ingoiare di rospi. E se Conte ritiene questa mossa "una minaccia oggettiva per la stabilità", Renzi se la ride sotto sotto e assicura che non staccherà la spina al Governo. Almeno per ora che il suo partito nascente viene dato al 3,8% e che la Lega scende, per la prima volta, sotto il 30%. Dall'8 agosto in poi è stata tutta una partita a scacchi. E per il momento Renzi, in due mosse, ha dato scaccomatto agli avversari.

Antonio Pianelli 

   

18 Settembre 2019 13:14 - Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 13:14
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi