25 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 09:09
MONDO ANIMALE
Paure e fobie dei cani
17 Giugno 2021 14:02 —

La paura è una sensazione fisiologica e adattativa e si manifesta in risposta ad uno stimolo, volta ad evitare i rischi che possono arrecare danno alla salute e alla sopravvivenza. La paura smisurata fuori controllo diventa fobia quando è irrazionale, ad altissima intensità ed ingiustificata in relazione allo stimolo che la provoca; e si manifesta con eccessiva paura, abbaio nevrotico, fughe improvvise o aggressività.

Spesso i cani che soffrono di attacchi di fobia sono quelli che hanno subito un forte trauma legato a uno spavento, un abbandono, un incidente o un’aggressione, rispetto al quale non sono riusciti a contestualizzare o comunque a consapevolizzare, seppur difficile in quanto non sempre il cane è in grado di capire certe cose razionalmente, per cui va accompagnato e man mano fatto capire che non tutte le esperienze sono uguali.

In generale bisogna fare prevenzione, evitare luoghi rischiosi e pericolosi, cercando di non passare le nostre paure al cane e di tranquillizzarlo trasmettendogli fiducia e sicurezza nel momento del bisogno.

Un’aggressione improvvisa e inaspettata da un uomo a un cane può provocare al nostro amico a quattro zampe la fobia degli uomini o dei cani, portandolo a sua volta a manifestare comportamenti fobici, anche aggressivi in presenza di uomini o cani; un incidente automobilistico che ha provocato al cane gravi sofferenze determinerà molto probabilmente una fobia del cane rispetto alle automobili, ma anche quando si presentano situazioni analoghe, magari se toccato in quel punto dove è stato ferito, reagirà manifestando comportamenti di aggressività con morso. Un trauma da suono provocato da un forte temporale o dai i botti di capodanno, potrebbe portare il nostro cane a reagire in modo scomposto, e in preda alla fobia nascondersi per lungo tempo, saltare fuori dal balcone oppure scappare lontano e perdersi per cui appena si ricreano le condizioni di tale esperienza traumatica il cane risponde in modo errato allo stimolo, che in una condizione di normalità è gestito con tranquillità senza attacchi di panico.

Al fine di migliorare la qualità della vita del nostro amico a quattro zampe diventa quindi necessario, nel momento in cui il nostro cane dovesse avere la sfortuna di avere a che fare con un evento traumatico, permettergli subito di superarlo, non sottovalutando il problema e soprattutto sempre con molta pazienza cercare di ricostruire l’accaduto per fargli capire che non c’è di cui preoccuparsi, perdendo il controllo della situazione.

In questi casi bisogna consultare un esperto e mai improvvisarsi da soli o chiedere consigli a persone senza esperienza. Un educatore comportamentalista ci aiuterà a capire la causa della fobia e a trovare una strategia terapeutica appropriata, finalizzata al miglioramento del benessere del nostro cane, che può consistere anche in una pensione per cani specializzata a lungo termine, all’interno delle quali avviene un importante lavoro di autostima, necessario a far raggiungere un buon equilibrio di benessere.

Domenico Esposito

17 Giugno 2021 14:02 - Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2021 14:02
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi