18 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 07:08
SPORT
Prime convocazioni del Napoli di Ancelotti
02 Luglio 2018 17:35 —

Il Napoli tra una settimana si radunerà a Castel Volturno, il giorno dopo – il 10 luglio – sarà partenza per Dimaro-Folgarida, in Trentino Alto Adige, con gli azzurri che vi resteranno fino al 30 per un maxi ritiro, il primo dell’era Ancelotti.

Sono già arrivate le prime convocazioni; ben 23 gli azzurri nominati. Non vi sono, nella prima lista, i nazionali reduci dal Mondiale, Younes – contratto del suo ingaggio depositato in Lega ma infortunato – e soprattutto Jorginho, a dimostrazione di come l’italo-brasiliano sia ad un passo dall’addio, con il Manchester City vicinissimo. Ecco tutta la lista, che comprende il neo acquisto Verdi – unico volto nuovo, considerato come per Grassi si tratta di un ritorno – Roberto Inglese, ingaggiato la scorsa estate ma in prestito al Chievo nell’ultima stagione ed Amato Ciciretti, messo sotto contratto a gennaio ma in prestito al Parma, al pari di Roberto Insigne.

Portieri: Sepe, Contini

Difensori: Tonelli, Maksimovic, Albiol, Chiriches, Luperto, Hysaj, Ghoulam, Mezzoni

Centrocampisti: Grassi, Ciciretti, Gaetano, Allan, Rog, Diawara, Hamsik

Attaccanti: Inglese, Lorenzo Insigne, Roberto Insigne, Verdi, Callejon, Ounas.

Nella lista figurano anche due giovani, entrambi classe 2000; stiamo parlando del difensore Mezzoni e del centrocampista Gaetano.

Il primo è stato acquistato dal Carpi l’estate scorsa; è un laterale destro veloce e strutturato fisicamente, con buoni doti atletiche che ha proprio nella facilità di corsa la sua arma migliore. Ha difficoltà nella costruzione della manovra; nella scorsa stagione, in Primavera, giocava esterno offensivo con Saurini mentre Beoni più di una volta l’ha utilizzato in una difesa a cinque come terzino a tutta fascia. Più di qualche allenamento con la prima squadra, ha totalizzato 37 presenze con due reti.

Gianluca Gaetano, invece, fratello di Felice, è cresciuto nella “scugnizzeria”, il settore giovanile azzurro. Grande finalizzatore, ben 17 reti stagionali in Primavera, con 14 gol solo in campionato. Si è confermato dopo le ottime annate tra Giovanissimi ed Allievi; è in grado di giocare quasi in ogni ruolo del settore offensivo. È centrocampista offensivo, ma anche mezzala, esterno d’attacco, trequartista e prima punta. Ambidestro, ha fantasia ed ispira l’azione oltre che concluderla al meglio. Gioca a testa alta e Beoni, nella seconda parte di stagione, l’ha utilizzato tra le linee.

Giovanni Spinazzola

02 Luglio 2018 17:35 - Ultimo aggiornamento: 02 Luglio 2018 17:35
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi