08 Dicembre 2022 - Aggiornato alle 07:34
POLITICA

Renzi: "Nessuna guerra si ferma senza diplomazia"

11 Ottobre 2022 16:49 —

La XIX Legislatura sta per prendere il via in un quadro internazionale molto complicato.

La mia posizione internazionale è nota a tutti da tempo: la responsabilità della guerra è della Russia. Ho votato per le sanzioni e a favore della posizione europea sugli armamenti. E, dal primo giorno, chiedo che si nomini un inviato speciale Ue o Nato, come Angela Merkel o Tony Blair, perché nessuna guerra si ferma senza diplomazia. Siamo a un passaggio cruciale: crescono le tensioni, dal Mar Cinese alla Corea del Sud. Continuo a credere nel rispetto del diritto internazionale e nella diplomazia.

Spunti di riflessione.

1. Papa Francesco ha detto che per uscire dalla povertà non serve un sussidio ma un lavoro, perché l’assistenzialismo fa male in primis ai poveri. Grazie a Dio, nessuno lo ha attaccato. Ma vorrei capire come hanno fatto a tacere tutti quelli che mi hanno insultato su questo durante la campagna elettorale, semplice curiosità, si capisce.

2. Roberto Cingolani ha detto che, se non si usa la nave rigassificatore a Piombino, sarà un suicidio e metteremo a rischio la sicurezza nazionale. Io la penso come lui. Noi siamo favorevoli al rigassificatore a Piombino. Chi è contrario? Cara Presidente Meloni, ti sei chiarita le idee?

3. Domani sera, alle 18.00, presenterò - con Claudio Cerasa e Carlo Nordio, presso lo Spazio Sette della Libreria Ubik, in via dei Barbieri, 7, a Roma - il libro "Le catene della Destra". Diretta sulla mia pagina Facebook.

4. Il Pd, invece, sta meglio, e mi fa piacere. Abbiamo scoperto che aver preso al Senato il 19.1% nel 2018 è stata una catastrofe. Aver preso al Senato quest’anno il 19.0%, invece, è stato un risultato non tropo negativo, forse perché oltre al Pd c’erano anche altre liste che nel 2018 non c’erano (lista LEU con D'Alema, Speranza e Bersani; lista popolare con Lorenzin; lista Insieme, ispirata a Romano Prodi). Per il Pd e per i suoi cantori il 19% del 2022 è un risultato migliore del 19.1% del 2018: tutto chiaro, no?

Angolo di vita quotidiana.

Sono stato eletto (qui trovate il documento ufficiale della Corte d’Appello di Firenze) anche nella mia Toscana. E, dunque, cercherò di portare in ogni Enews uno spaccato di vita quotidiana, accanto ai tanti temi di politica internazionale.
Oggi parliamo di multe. Sto ricevendo decine di email da persone incredule perché, nella mia Firenze, si fanno multe se si supera di un chilometro il limite. Ad esempio: strada a quattro corsie, limite 50, centinaia di multe per chi va a 51 km. Una visione della Pubblica Amministrazione assurda. Mi sembra sbagliato, soprattutto perché questo non è finalizzato a garantire la sicurezza stradale, obiettivo sacrosanto, ma a far cassa a spese delle famiglie. Un Comune non può diventare un multificio, mai. Lo pensavo ieri, lo penso oggi, lo penserò sempre domani. Nella prossima Enews, parleremo di Unità di Missione sul dissesto idrogeologico.

Un sorriso,
 

P.S. Lei si chiamava Shanti De Corte e aveva 23 anni. Sei anni fa, era stata testimone di un attacco terroristico, all’Aeroporto di Bruxelles. Ci furono 35 morti, centinaia di feriti. Qualche giorno fa, Shanti ha fatto ricorso all’eutanasia, perché non riusciva a sopportare il dolore. Vi confesso che questa notizia mi spacca il cuore e la testa. Una ragazza, che all'epoca aveva solo 17 anni, vide morire i suoi amici, decidendo poi di togliersi la vita attraverso l’eutanasia, anche in ragione della legislazione molto permissiva che c’è in Belgio. Ci penso e ci ripenso da giorni.
E voi cosa ne pensate? matteo@matteorenzi.it

11 Ottobre 2022 16:49 - Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre 2022 16:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi