29 Novembre 2021 - Aggiornato alle 12:59
POLITICA
Renzi: Sui diritti è enorme la differenza tra noi e il partito del BlaBlaBla
02 Novembre 2021 12:14 —

"Continuano le polemiche sul DDL Zan fatto fallire dalla incapacità conclamata del PD e dei Cinque Stelle, che hanno scelto un voto segreto suicida, come piano piano tutti stanno riconoscendo. Soprattutto chi, pur non avendo esperienza politica, è persona intelligente che sa leggere la realtà con acume e visione. Si pensi – su tutti – a Natalia Aspesi, qui su "la Repubblica", o Umberto Galimberti, in questo video.

Pensate che sotto le sedi di Italia Viva si sono fatte manifestazioni e i nostri militanti hanno preso insulti, come qui a Firenze. Non una parola di solidarietà da parte di chi ha creato questo clima vergognoso. In nome della legge anti odio, ci hanno insultato in tutti i modi.

La verità la spiego bene in questa lettera a "la Repubblica".

Leggetela, vi prego. Ditemi su cosa non siete d’accordo. Ma trovo incredibile quello che sta accadendo su questa vicenda. Hanno fatto un disastro e danno la colpa a noi che abbiamo provato a fermarli. Qui il mio video del 13 luglio, qui il video del giorno dopo il voto in Aula.

E non è un caso che, quando proviamo a confrontarci sulla politica, subito crescono gli attacchi personali a me. La dico chiaramente: per me questa vicenda della legge Zan – simbolo del populismo degli antipopulisti – non finisce qui. E alla Leopolda dedicheremo una sessione ai diritti. Perché sui diritti è enorme la differenza tra noi e il partito del BlaBlaBla".

Così Matteo Renzi nella sua ultima enews.
 

02 Novembre 2021 12:14 - Ultimo aggiornamento: 02 Novembre 2021 12:14
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi