26 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 06:12
POLITICA
Riciclaggio: Cantalamessa (Lega), "Ristoratori nel mirino delle mafie. Governo assente sul tema"
09 Dicembre 2020 14:38 —

"Oltre 9000 ristoranti resi vulnerabili alle infiltrazioni della malavita a causa delle restrizioni del governo dovute al Covid. Di queste ben 1098 in Campania, 2116 nel Lazio  e 1370 in Lombardia. I dati resi noti dalla Cerved non ci stupiscono. Problemi immensi anche in Sicilia e Calabria dove raggiungiamo picchi del 40% delle attività nel mirino delle mafie. L'ampia disponibilità di denaro, molte volte contante, consente alla criminalità di acquisire innumerevoli società di gente per bene che viene presa alla gola in un momento economico così difficile ed insicuro. Come Lega è da mesi che solleviamo la questione, sia in Commissione Antimafia, dove sono personalmente intervenuto più volte come capogruppo, che sulla stampa. Abbiamo raccolto le "preoccupazioni" di più magistrati intervenuti sul tema. Ci chiediamo che cosa abbia fatto il governo in questi mesi. Zero provvedimenti. Solo misure restrittive che hanno messo in ginocchio tante piccole realtà a conduzione familiare alle quali sono stati richiesti  enormi sacrifici per adeguarsi alle misure e ai dispositivi previsti. I ristori hanno coperto solo per il 25% delle perdite a differenza di altri paesi dove sono arrivati a coprire il 70%. Siamo ultimi in Europa. Bisogna contrastare le organizzazioni criminali su ogni fronte e dare battaglia quartiere per quartiere, affrontarle con fatti e non solo a parole". Così in una nota il duro commento del Capogruppo della Lega in Commissione Antimafia, On.Gianluca Cantalamessa.

09 Dicembre 2020 14:38 - Ultimo aggiornamento: 09 Dicembre 2020 14:38
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi