21 Settembre 2017 - Aggiornato alle 12:48
CULTURA&SPETTACOLO
Roberto Bolle trionfa a Tokyo
09 Settembre 2017 17:24 —

La Compagnia The Tokyo Ballet ha aperto l’8 settembre la sua stagione all’insegna del successo dedicando a tre coreografi europei il programma di una serata intitolata “Masterpieces of the 20th Century” e cioè Jiří Kylián con Petite Mort, un omaggio a Mozart del 1991, Roland Petit con L’Arlésienne, balletto creato nel 1974 - protagonista ospite Roberto Bolle-, Maurice Béjart con Le Sacre du Printemps creato nel 1959.

Settanta ballerini impegnati nel trittico e travolti dai prolungati applausi dei tremila spettatori presenti nel Teatro Bunka Kaikan. Ma il trionfo della serata lo si deve a Roberto Bolle, protagonista de L’Arlésienne nel ruolo del sofferente Frederi. La storia dell’intero balletto, rimontato da Luigi Bonino, coadiuvato da Gillian Whittingham ha raggiunto il cuore dei giapponesi mandandoli in visibilio tanto che una fiumana di pubblico ha atteso Roberto Bolle all’uscita del teatro per il rito degli autografi, come attestano i video.

Ancora una volta il nome dell’Italia rimbalza, grazie ai nostri artisti, sulla bocca del composto e partecipe pubblico giapponese.

Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi