22 Marzo 2023 - Aggiornato alle 22:38
CRONACA

Salerno: Correva a quasi 191 km/h per il Tutor, verbale e ritiro della patente annullato da “Difesa Consumatori e Contribuenti”

08 Febbraio 2023 09:36 — Va provata taratura e verifica periodica, in mancanza il verbale è nullo.

Per il Giudice di Pace correre a quasi 191,00 km/h (190,87) è motivo di chiaro eccesso di velocità, Difesa Consumatori e Contribuenti con l'avv. Cristiano Ceriello ribalta in appello la decisione davanti il Tribunale di Salerno che sancisce come: “qualsiasi strumento, specie se elettronico, è soggetto a variazioni delle caratteristiche e quindi a variazioni dei valori misurati dovuti ad invecchiamento delle proprie componenti e ad eventi quali urti, vibrazioni, shock meccanici e tecnici, variazione della tensione di alimentazione. Il verbale non sottoposto a verifica periodica va annullato, quanto anche se la velocità contestata era di quasi 191 km/h.

Come riporta l'avv. Cristiano Ceriello, responsabile legale dell'associazione Difesa Consumatori e Contribuenti e legale dell'appellante società L. sas, i verbali per eccesso di velocità e comminati con apparecchiature elettroniche sono nulli se non vengono provate le procedure di verifica dei macchinari che siano sia la taratura che la ulteriore verifica periodica, condannando anche la Prefettura alle spese di giudizio per il primo e secondo grado.

Seppure la sicurezza stradale sia a cuore di tutti, è pur vero che la verifica del funzionamento dei macchinari sia fondamentale. Nel caso oggetto di appello, poi accolto dal Tribunale di Salerno con sentenza n.ro 1306/2022, occorreva la dimostrazione di una verifica periodica che garantisse il perdurante e costante corretto funzionamento dello strumento di rilevazione delle violazioni di velocità. In mancanza i verbali, qualsiasi sia la velocità contestata a ragione o torto, sono nulli.

Come sempre ribadisce il presidente dell'associazione, Dott. Pasquale Di Carluccio, è legittimo non pagare richieste illegittime, opporsi è un diritto, ma bene ricordare di farlo per tempo. Entro 30 giorni è possibile proporre ricorso (attenti ai mesi con 31 giorni), pena inammissibilità di ogni opposizione. E' bene non scordarlo anche in questo periodo in cui continuano ad arrivare dai concessionari ingiunzioni per verbali prescritti o mai notificati.

08 Febbraio 2023 09:36 - Ultimo aggiornamento: 08 Febbraio 2023 09:36
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi