15 Agosto 2022 - Aggiornato alle 21:10
CRONACA
Salerno: Definito l’accordo con l’Università degli Studi per la formazione del personale del Corpo
03 Dicembre 2021 14:49 —

Nella mattinata di oggi, venerdì 3 dicembre, è stato definito l’accordo tra la Guardia di Finanza e l’Università degli Studi di Salerno, volto a promuovere l'avvio del personale, in servizio e in quiescenza, delle Fiamme Gialle ai corsi di studio offerti dall’Ateneo.

L’intesa, firmata dal Magnifico Rettore, Prof. Vincenzo Loia, e dal Comandante Regionale Campania, Generale di Divisione Giancarlo Trotta, è stata formalizzata nella cornice di una sobria cerimonia, che si è tenuta presso la sede del Campus, a Fisciano (SA), alla presenza del Comandante Provinciale della GdF di Salerno, Colonnello t.ST Oriol De Luca.

L’impegno così assunto dagli Enti sottoscrittori, ha sottolineato il Colonnello De Luca, consoliderà ed innalzerà ancora di più il livello di formazione e di qualificazione degli appartenenti al Corpo.

Nel perseguire una sempre maggiore cooperazione interistituzionale, si prospetta quindi un’importante occasione di approfondimento di esperienze didattiche, nell’ottica di contribuire alla formazione di figure di elevato spessore professionale.

Ed infatti, oltre a stimolare la crescita culturale su temi di ampio spettro, mediante la partecipazione alle diverse attività accademiche, il protocollo consentirà di mettere a disposizione i percorsi di studio intrapresi anche ai fini dello svolgimento delle ordinarie attività di servizio.

Secondo le linee guida messe a punto, gli interessati potranno anche ottenere il riconoscimento di pregressi crediti formativi: una grande opportunità, quest’ultima, per valorizzare e perfezionare le conoscenze acquisite durante i Corsi d’Istruzione.

In base alla convenzione, i militari hanno tra l’altro facoltà di iscriversi a qualsiasi indirizzo di laurea - triennale o specialistica - attivo presso l’Ateneo salernitano, in grado di rispondere alle specifiche attitudini ed esigenze individuali. Esigenze che trovano pieno riscontro nella volontà di “plasmare” al meglio chi è incaricato di delicate funzioni istituzionali.

 

03 Dicembre 2021 14:49 - Ultimo aggiornamento: 03 Dicembre 2021 14:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi