27 Maggio 2019 - Aggiornato alle 15:13
SPORT
Salisburgo-Napoli: 3-1. Gli azzurri ai quarti ma brutta gara
14 Marzo 2019 22:05 —

Il Napoli vola ai quarti di finale di Europa League e domani scoprirà il suo avversario ma perde, stavolta contro il Salisburgo. È un ko ininfluente, almeno ai fini della qualificazione, ma la squadra non è certo piaciuta nel suo complesso, contro un avversario tignoso e forte ma non certo irresistibile. Certo, i tre gol dell’andata e quello in apertura di Milik hanno regalato un rilassamento alla squadra, evidente con il passare dei minuti fino alla narcolessia più profonda e totale; in Europa, però, qualsiasi tipo di mancanza di concentrazione può essere fatale. Ancelotti, consapevole delle difficoltà in ambito internazionale, aveva provveduto a tenere i livelli di guardia sull’allarme rosso ma, evidentemente, non è bastato. La difesa inedita, con Chiriches e Luperto non è certo un alibi, perché il romeno ed il canterano hanno tenuto bene, nonostante le reti incassate. La diga ha tenuto – più o meno – ed i partenopei hanno pagato i soliti errori. L’1-1 è stato regalato da una palla persa a centrocampo, da un tocco imperfetto di Allan – più unico che raro – mentre nelle altre due occasioni dormita generale del reparto arretrato. Il naufragio indolore ha però alzato i livelli di guardia, con il campanello che ora suona forte ed incessante; certo, tutto un altro Napoli rispetto alla gara di campionato, ma ancora non basta. Fabian Ruiz uno dei migliori in mediana, Milik segna sempre; queste le note positive di una serata che poteva pure finire peggio, perché il Salisburgo – poi – ci ha creduto eccome alla qualificazione. Anche l’attaccante polacco ha ammesso come si sia sbagliato troppo stasera; eppure PSG ed Atletico Madrid sono affondate proprio per troppo lassismo e per la convinzione di avere la qualificazione in tasca. In Austria è andata bene, ma sfidare la sorte non è mai cosa buona e giusta; il Salisburgo dev’essere d’insegnamento, perché ai quarti il Napoli potrebbe non essere così fortunato. Dabbur – il capocannoniere della competizione – ha messo e ferro e fuoco l’area di rigore azzurra; un gol ed un palo per lui, attaccante israeliano dal sicuro avvenire, in una gara che ha visto Mertens ancora appannato ed utile soprattutto nella fase di raccordo, quasi da trequartista in pressing sugli avversari. Domani i sorteggi di Europa League, dicevamo, domenica l’Udinese e poi la sosta; benedetta, perché aiuterà Ancelotti a mettere un po’ di benzina nelle gambe dei calciatori. Il finale di stagione si avvicina e per arrivare a Baku serve uno sprint degno dei migliori velocisti, di un Mario Cipollini, tanto per citare il più grande. Nota di merito, infine, per il Red Bull Salisburgo; a margine dell’eliminazione, su Instagram, ha voluto porgere i migliori auguri al Napoli per il prosieguo nella competizione; un gesto davvero molto bello.

Giovanni Spinazzola

14 Marzo 2019 22:05 - Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2019 22:05
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi