20 Agosto 2019 - Aggiornato alle 01:08
SPORT
Salisburgo: Ancelotti, "quasi inevitabile mollare un pochino"
14 Marzo 2019 22:06 —

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha parlato nel postgara di Salisburgo.

"Il discorso qualificazione si è chiuso sul gol di Milik. Una volta aver segnato dopo pochi minuti, poi dovevamo solo gestire. Lo abbiamo fatto bene per un'ora, poi era quasi inevitabile mollare un pochino dopo aver acquisito di fatto il passaggio".

"Nel secondo tempo non volevamo farci schiacciare, però loro sono una squadra di grande spinta e che in casa non perdono da tantissimo tempo. Quindi era una gara che poteva riservare insidie. Il Salisburgo spesso ti costringe a giocare in difesa e bisogna adeguarsi alla partita. Però sia dopo l'andata che dopo il primo tempo stasera avevamo un tale vantaggio che è poi comprensibile calare un pochino come ritmo".

"Sono contento nel complesso dell'andamento della gara anche perché avevamo una emergenza uomini in difesa che si è poi acuito con l'uscita di Chiriches. Adesso guardiamo avanti, sappiamo in cosa dobbiamo migliorare e aspettiamo l'avversario dei quarti di finale".

"Ora però dobbiamo subito pensare al campionato perché ci teniamo a consolidare il secondo posto. Se lo scudetto non lo si può raggiungere, è importante conquistare la seconda piazza. Abbiamo avuto una battuta di arresto con il Sassuolo, adesso dobbiamo riprendere la giusta strada".

Autore del gol del momentaneo 1-0, Arek Milik ha così commentato la sfida con il Salisburgo.

"Qualificazione importante e meritata, però dobbiamo migliorare. Sono felice quando riesco a segnare, ma sono anche consapevole che posso fare di più. Stasera ho perso qualche palla di troppo e potevo essere più preciso. Quello che era fondamentale era centrare il passaggio del turno e ci siamo riusciti anche giocando un bel primo tempo. Non abbiamo guardato al risultato dell'andata e siamo andati in campo per vincere".

"Poi però siamo calati, forse anche per il vantaggio, ma non deve capitare. Non è stata una bella ripresa da parte nostra e questo ci deve servire per crescere. Adesso guardiamo avanti perché per noi l'Europa League è un obiettivo in cui crediamo e concentriamoci per il futuro”.

Non la sua miglior partita, ma Allan è sempre elemento fondamentale per il gioco azzurro. Ecco le sue parole.

“Questa qualificazione deve essere un punto di partenza. Siamo contenti perché dovevamo passare innanzitutto e non era semplice su questo campo nonostante i 3 gol dell'andata. Abbiamo iniziato benissimo comandando il palleggio e segnando con Arek. Mi spiace che un mio errore li abbia rimessi in partita. Però è anche vero che per proseguire in Europa dobbiamo essere tutti più bravi in certe occasioni".

"Da qui dobbiamo ripartire per arrivare lontano. Possiamo fare strada in questa competizione, ne abbiamo i mezzi, ma bisogna anche non avere cali di tensione".

"Sono felicissimo di essere al Napoli, questo gruppo sta crescendo ed ha margini per diventare ancora più competitivo".

Anche Piotr Zielinski ha analizzato la sfida contro il Salisburgo.

"Stasera l'importante era passare il turno. Il risultato dell'andata ci consentiva di poter gestire, poi abbiamo segnato ed il vantaggio si è fatto ampio. Ancelotti ci ha detto di non fare calcoli e nel primo tempo è andata così. Poi però, purtroppo, psicologicamente non siamo stati brillantissimi nella ripresa e non abbiamo giocato il nostro calcio. Siamo coscienti che era in sicurezza la qualificazione, ma sappiamo anche che non è da noi esprimerci così a basso ritmo. Quindi dobbiamo assolutamente crescere anche in queste circostanze. Complimenti al Salisburgo che ha mostrato grande forza e qualità. Siamo stati bravi a superare il turno e adesso guardiamo avanti con fiducia".

14 Marzo 2019 22:06 - Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2019 22:06
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi