30 Settembre 2022 - Aggiornato alle 14:27
POLITICA
Sanità, Borrelli (Europa Verde): “Depressurizzare i pronto soccorso campani con nuove aperture e istituire filtro all’ingresso per disincentivare arrembaggi, ma la Campania ha bisogno di più fondi” - VIDEO
12 Giugno 2022 16:44 —

Nel corso dell’ultimo Question Time in Regione Campania, in data 10 giugno 2022, Francesco Emilio Borrelli, Consigliere della Regione Campania per Europa Verde, ha presentato un’interrogazione per conoscere: quali urgenti provvedimenti si intendano adottare affinché vengano assicurati presidii di pronto soccorso tali da rispondere alle reali esigenze del cittadini e se non si intendano riattivare i pronto soccorso già in passato attivi e quelli di nuova istituzione presso i policlinici della città di Napoli.

All’interrogazione ha risposto Antonio Marchiello, assessore alle Attività Produttive: “L'Amministrazione regionale con Circolare n. 0596619 del 30/11/2021, raccordandosi alle misure previste dal P.N.R.R, ha previsto interventi finalizzati a rafforzare le prestazioni erogate sul territorio, l’assistenza domiciliare, l’integrazione con tutti i servizi sociosanitari, mediante lo sviluppo di reti di prossimità e di strutture intermedie. In tale contesto le Aziende Sanitarie, nell'ambito dell'autonomia gestionale, delle specifiche esigenze e del Piano Triennale del fabbisogno del personale (PTFP) 2020/2022, sono state chiamate ad adottare le procedure per la proroga dei contratti di natura subordinata a tempo determinato e dei rapporti di collaborazione fino alla data del 31.12.2022 che riguarderanno anche il personale addetto ai Pronto soccorso degli ospedali campani. La proroga del contratti a tempo determinato e la successiva stabilizzazione del personale precario dovrebbe quantomeno attenuare le critiche situazioni dell'assistenza nei pronto soccorso anche campani”.

Al termine della risposta il Consigliere Francesco Emilio Borrelli ha così replicato: “È evidente che il problema del personale medico è nazionale e non solo campano. Mentre bisogna dire che il problema dei fondi per la Sanità è un problema tutto campano”, ha sottolineato Borrelli. L’esponente di Europa Verde ha poi aggiunto: “Mi chiedo per quale ragione non è stato aperto il pronto soccorso del primo policlinico, per il quale sono stati spesi diversi milioni di euro, ed è stata annunciata tre volte l’apertura. L’azienda non risponde e quindi chiedo all’Assessore di farsi promotore, tramite la Giunta, ed avere delle risposte. L’apertura di questo pronto soccorso potrebbe depressurizzare tutta la zona, visto che per ragioni diverse sono stati chiusi il pronto soccorso dell’ospedale San Gennaro e degli Incurabili. In quella zona c’è soltanto il pellegrini. Inoltre ritengo che la questione della riapertura del pronto soccorso del Loreto Mare e dell’ospedale di Boscotrecase debbano essere per noi una priorità, perché sono strutture già pronte e predisposte. Quello che manca, così come accade al San Giovanni Bosco, è il personale. Chiedo pertanto alla Giunta Regionale di avere notizie sull’apertura del pronto soccorso del primo policlinico, di proseguire la battaglia sulla ripartizione dei fondi e di far riaprire i pronto soccorso già predisposti. Infine io credo che uno dei problemi da risolvere è che il 70% delle persone che arrivano in pronto soccorso gli viene assegnato un codice verde o bianco. Se questa notizia sarà confermata dobbiamo creare un filtro per gli utenti che disincentivi l’arrembaggio ai pronto soccorso”.

Link al Video https://fb.watch/dBsNqgjrs8/

12 Giugno 2022 16:44 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2022 16:44
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi