29 Marzo 2020 - Aggiornato alle 20:52
SALUTE
Sanità: "Estendere il progetto "HERHOME" ad altre patologie". A chiederlo è Flora Beneduce componente della Commissione Sanità della Campania
31 Gennaio 2020 20:58 —

“Il progetto HERHOME, avviato con deliberazione di giunta regionale lo scorso dicembre con l’Istituto Pascale di Napoli e il supporto di Roche Italia, sicuramente è una buona notizia per quelle donne affette da carcinoma mammario che ora potranno sottoporsi al trattamento chemioterapico direttamente a casa. Tuttavia, tale tipo di terapia andrebbe estesa anche ad altre patologie, con utilizzo di altro genere di farmaci. Penso, ad esempio, a pazienti con patologie ematologiche croniche”. Lo dichiara Flora Beneduce, consigliera regionale di Forza Italia e componente della Commissione Sanità della Campania.

“I pazienti con patologie ematologiche croniche non sono in grado di accedere autonomamente alle prestazioni offerte dalle strutture ambulatoriali e di Day Hospital, sia a causa dell’età avanzata sia a causa di invalidità o impedimenti sociali. La terapia erogata a domicilio consentirebbe invece di migliorare la qualità dell’assistenza e favorirne il reinserimento sociale”, aggiunge Beneduce.

“Inoltre, i trattamenti a domicilio eviterebbero il ricorso improprio a Day hospital, con un sensibile risparmio sul piano delle spese di ricovero”, evidenzia l’esponente azzurro.

“L’auspicio, quindi, è che presto il progetto HERHOME possa essere adottato anche per altre patologie, in altri ospedali come i policlinici o il Cardarelli e per la somministrazione di farmaci anche non chemioterapici”, conclude la consigliera di Forza Italia.

31 Gennaio 2020 20:58 - Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2020 20:58
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi