17 Giugno 2019 - Aggiornato alle 14:35
SALUTE
Sanità: L'ASL manda gli ispettori della prevenzione al San Giovanni Bosco. Sette giorni per bonificare completamente la rianimazione o scatta la chiusura
04 Gennaio 2019 19:00 —

Dopo che per la terza volta le formiche hanno acceso i riflettori di tutt'Italia sul presidio ospedaliero San Giovanni Bosco della Doganella, l'ASL invia gli ispettori della prevenzione collettiva per accertare lo stato dei luoghi della Rianimazione.  Una delle due sale è stata bonificata nei giorni scorsi ed è, quindi, chiusa, mentre l'altra sala ospita cinque o sei pazienti ed è tutt'ora in funzione. Dalle testimonianze raccolte, gli uomini della prevenzione collettiva hanno scattato decine e decine di foto che evidenziano numerose fessure e spaccature sulle pareti e le controsoffittature dove possono tranquillamente annidarsi e proliferare insetti. Gli ispettori, secondo alcune indiscrezioni, hanno anche evidenziato che oltre alle fessurazioni, è indispensabile ispezionare i pannelli elettrici, le tubazioni e le canaline per avere la certezza che non vi siano annidati insetti. Pertanto, hanno intimato drasticamente al Direttore Sanitario della struttura di provvedere in merito entro sette giorni altrimenti scatterà la chiusura della Rianimazione.   

04 Gennaio 2019 19:00 - Ultimo aggiornamento: 04 Gennaio 2019 19:00
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi