21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:39
SALUTE
Sanità: Parti cesarei, Regione "eliminare inefficienze e speculazioni"
04 Ottobre 2017 21:12 —

In relazione al problema dell’eccesso di parti cesarei primari, la Regione ha deciso di procedere alla revoca degli accreditamenti per le strutture che si discostano in maniera abnorme dalla media nazionale e regionale. A tal fine è partita stamattina l’attività di verifica e controllo. Si comincia dalle strutture, private e pubbliche, a più forte scostamento dalle medie. Si chiederà, nelle prossime ore, la documentazione giustificativa alle seguenti strutture accreditate: “San Paolo” Aversa, Ospedale Internazionale (Napoli), Clinica Sanatrix (Napoli). Strutture pubbliche: Ospedale Sessa Aurunca, Vallo della Lucania, Battipaglia. Nel contempo, la Regione rileva, nel complesso, un recupero forte dell’”anomalia” parti cesarei (circa 20% in meno).

04 Ottobre 2017 21:12 - Ultimo aggiornamento: 04 Ottobre 2017 21:12
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi