16 Luglio 2018 - Aggiornato alle 08:54
SPORT
SASSUOLO-NAPOLI: Nove gare per diventare Campioni d'Italia
30 Marzo 2018 18:20 —

Il Napoli è atteso al primo grande appuntamento, alla prima gara di un mini torneo che durerà nove partite e deciderà la formazione Campione d’Italia. I partenopei avranno, per la prima volta dopo nove gare, la possibilità di scendere in campo prima dell’avversario diretto e mettere, così, pressione alla Juventus impegnata contro il Milan. Ecco, il calendario regala uno snodo già cruciale; gli azzurri, infatti, saranno di scena a Reggio Emilia, al Mapei Stadium, il gioiellino di Squinzi (altro che il San Paolo, vecchio ed obsoleto) che tanti dolori ha provocato ad Hamsik e compagni negli ultimi anni. L’anno scorso, ad esempio, il gol del 2-2 arrivò solo nel finale con rete di Milik, alla prima marcatura dopo l’infortunio. Stavolta, però, serviranno i tre punti, perché anche solo mettere un po’ di pressione alla Juve può essere fondamentale in questa fase della stagione. La Champions League, infatti, incombe, e gli uomini di Allegri potrebbero incappare in altri passi falsi dopo quello – decisamente inaspettato – di Ferrara. Come arriva il Napoli: Sarri ha dovuto rinunciare a ben 10 nazionali, volati in giro per il Mondo a difendere i colori della patria e le brutte notizie – anche stavolta – non sono mancate; Hysaj, infatti è tornato a Napoli malconcio. L’albanese ha recuperato ma è possibile che il tecnico azzurro non lo rischi in vista dei prossimi impegni, puntando su Maggio. Le buone nuove, invece, arrivano dalla Polonia, perché Zielinski arriva a Napoli forte dell’eurogol in amichevole contro l’Arabia Saudita e Milik ha giocato uno spezzone di gara accumulando minuti nelle gambe e, soprattutto, fiducia psicologica. Capitolo Hamsik. Lo slovacco è stato recuperato da Sarri ma dovrebbe accomodarsi, almeno inizialmente, in panchina, per far posto proprio al polacco. Il capitano, infatti, non appare recuperato completamente dal fastidio alla coscia e dall’operazione alle tonsille. Per il resto, classico 11 titolare con tridente offensivo composto da Callejon, Mertens ed Insigne, rinvigorito dalla rete in nazionale, pur se su rigore.

Probabili formazioni

Sassuolo (4-3-3): Consigli; pol Lirola, Acerbi, Goldaniga, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Babacar, Politano.

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne.

Giovanni Spinazzola

30 Marzo 2018 18:20 - Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2018 18:20
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi