27 Settembre 2021 - Aggiornato alle 09:07
SPORT
Si salva in extremis la Napoli femminile
23 Maggio 2021 12:25 —

Un’impresa. È quanto realizzato dal Napoli femminile che all’ultima giornata del campionato di Serie A ha strappato una salvezza insperata, inimmaginabile dopo il girone di andata. Ai “Caduti di Brema” di Barra le azzurre hanno pareggiato l’ultima contro la Roma – pure in lotta per il quarto posto finale – con il punteggio di 2-2 al termine di una gara tutta cuore, con le giallorosse avanti 2-0 e rimontate, con il pari all’88’ di Huchet (l’1-2 realizzato da Rijsdijk) su rigore ed il penalty parato da Catalina Perez in pieno recupero su Giugliano.

Dopo le prime 13 giornate di campionato – quindi alla seconda di ritorno – il Napoli era in piena zona retrocessione; solo 9 gol all’attivo e 25 al passivo; nessuno ci avrebbe scommesso un euro sulla salvezza. Ed invece una vera e propria cavalcata nelle ultime nove, con 10 punti conquistati ed una rimonta davvero incredibile che porta la firma di Alessandro Pistolesi, il tecnico subentrato a campionato in corso e capace di quasi un miracolo. Il successo per 5-0 nello scontro diretto con San Marino è stata la gara decisiva, quella in cui le azzurre hanno staccato le avversarie volando verso la salvezza. Un successo che ha dato ulteriori motivazioni ad una squadra che ha creduto nel mister ed ha lavorato a testa bassa per porre rimedio agli orrori della prima parte di stagione. Ed i festeggiamenti in campo delle ragazze accanto allo staff tecnico e dirigenziale, con il Presidente Carlino in testa, sono un esempio lampante. Sul terreno di gioco e negli spogliatoi una festa meritata, perché la A è stata tenuta e conservata a denti strettissimi da una società giovanissima, nata nel 2003. Un risultato meritato che, però, impone di non ripetere gli stessi errori; peraltro l’anno prossimo sarà quello del professionismo, con le atlete equiparate ai colleghi della maschile. Costruire una squadra all’altezza per poter centrare una salvezza tranquilla e, forse, qualcosa in più dev’essere l’obiettivo prioritario. Il resto, ne siamo certi, lo farà il pubblico napoletano pronto a sostenere queste magnifiche ragazze sugli spalti come non hanno potuto in questa prima storica stagione causa Covid. All’ombra del Vesuvio, l’orgoglio calcistico della città è anche “in rosa”.

Ecco la rosa che ha conquistato la salvezza: Perez, Tasselli, Boaglio; Árnadóttir, Huynh, Di Marino, Cameron, Groff, Oliviero, Capparelli, Fusini; Risina, Cafferata, Nencioni, Beil, Jansen, Errico, Huchet, Pedersen, Kubassova; Chatznikolaou, Hjohlman, Goldoni, Nocchi, Rijsdijk, Popadinova.

Giovanni Spinazzola

23 Maggio 2021 12:25 - Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2021 12:25
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi