01 Dicembre 2022 - Aggiornato alle 21:06
SALUTE

"Sono favorevole a tutti i vaccini tradizionali per cui c'è un uso improprio del termine NOVAX". Ci scrive un medico che chiede di fare corretta informazione

16 Novembre 2022 12:43 —

Buongiorno Direttore, in qualità  di medico (da poco in pensione) del Sevizio di Sanità  Pubblica, come le ho già espresso in passato, ritengo fondamentale fare chiarezza sui vaccini anticovid e mettere all'angolo le strumentalizzazioni di alcuni politici.

Premesso che i vaccini a tecnologia genica, rispetto alla denominazione non sono veri e propri vaccini nel senso stretto del termine, (sono preparati immunogeni indiretti a tecnologia genica) in quanto, agendo in modo indiretto, inducono nel nostro organismo, all'interno dei nostri apparati cellulari, una modifica temporanea (si spera) facendo produrre alle nostre cellule la proteina Spike, cioè l'antigene, cioè quella proteina del virus contro cui vengono prodotti gli anticorpi neutralizzanti, in grado di impedire all'agente patogeno di infettarci. In altre parole, è l'organismo del soggetto inoculato a produrre il vaccino e poi, una volta riconosciuta come estranea la proteina Spike, esso inizia a produrre gli anticorpi specifici. (Ci sono criticità in questo passaggio poiché l'organismo è progettato per non produrre anticorpi contro le proteine che esso stesso produce. Il discorso diventa troppo tecnico e glielo risparmio). 

E pensare che la distanza più breve tra 2 punti è un segmento di linea retta!  Al contrario i vaccini, propriamente detti, anti-covid (VLA2001 di Valneva, Nuvaxovid di NOVAVAX, CoronaVac di Sinovac, Soberana01,02 e Plus di Cuba, e tanti altri, perfino in versione spray nasale), utilizzano una tecnologia tradizionale sperimentata da decenni (Vaccini anti epatite, meningite, influenza etc, in poche parole: tutti i vaccini circolanti nel mondo, esclusi gli anticovid a tecnologia nucleosidica) e, cioè, basata sull'inoculazione di virus e/o altri patogeni, uccisi, inattivati o, ancora, di subunità antigeniche (del patogeno) in grado di immunizzare in modo diretto i soggetti vaccinati.

Sono vaccini facilmente producibili e conservabili (non necessitano di temperature sottozero). 

Molte persone e tra queste, molti medici ed altri operatori sanitari, sono favorevoli a questa tipologia vaccinale, sia per se stessi che per i propri familiari e, pertanto, non sono Novax !!! ( il Novax è contrario a qualsiasi tipo di vaccino!!). 

Definirli Novax significa, salvata la buona fede di alcuni e la scarsa conoscenza della materia di altri, giocare sull'equivoco, per strumentalizzare a proprio vantaggio la questione, come, ad esempio, ostacolare pretestuosamente i propri avversari politici.

Tra l'altro questi opinionisti godono del privilegio antidemocratico di monopolizzare i mezzi di comunicazione, spesso traendo a pretesto, il fatto di essere più autorevoli di tutti  gli altri, in virtù della carica che occupano. Senonché la logica appartiene a tutte le menti pensanti mentre dietro la pseudologica di casta si celano gli interessi di pochi, a danno della popolazione.

Spero, Direttore, che queste mie parole le arrivino e riscuotano il suo interesse. È giusto che il popolo sia informato in modo corretto e che abbia la facoltà di scegliere quando possibile, in presenza di alternative e previa consultazione del proprio medico di fiducia, il farmaco con la giusta consapevolezza.

Cordialità.

F.to Dr. Giovanni Arrichiello 

16 Novembre 2022 12:43 - Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2022 12:43
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi