13 Novembre 2019 - Aggiornato alle 00:02
SPORT
Spal-Napoli: A Ferrara ritorna Milik di Giovanni Spinazzola
26 Ottobre 2019 16:33 —

Il Napoli torna in campo, nel classico orario delle 15 che ricorda tanto il calcio di una volta, senza tv, con i tifosi agli stadi oppure attaccati alle radioline. Un calcio dove giravano meno soldi e, forse, più pulito. Amarcord a parte, però, perché gli azzurri devono essere concentrati totalmente sul presente, considerato come la trasferta a Ferrara sia tutt’altro che una passeggiata. Lo ricordiamo da qualche settimana; i partenopei hanno esaurito tutti i bonus e non possono perdere più un colpo, anche perché davanti nessuno si ferma. Ancelotti scenderà in campo già consapevole dei risultati di Juventus (i bianconeri hanno pareggiato) ed Inter e potrà solo rispondere per tenere il passo. Vietato farsi ingannare dalla classifica; la squadra di Semplici naviga in brutte acque ma è formazione in grado di esprimere un buon calcio ed assetata di punti per la salvezza. Sarebbe, quindi, un peccato mortale sottovalutare la formazione emiliana, con il Napoli che dovrà tenere alta la concentrazione dopo la splendida vittoria contro il Salisburgo. Siamo alla terza di sette gare in 21 giorni, un tour de force aperto nel migliore dei modi con due successi ed è quindi prioritario continuare su questa strada, anche alla luce di un’armonia di un gruppo che vive in totale simbiosi con il suo tecnico, come dimostrato anche a Salisburgo dopo il gol di Insigne. La squadra rema dalla stessa parte ed i confronti – ultimo ieri tra Milik e Re Carlo – aumentano solo la competitività tra i calciatori, ingrediente imprescindibile per ottenere i migliori risultati possibili. Al termine dell’allenamento (sul campo 2, sessione iniziata con riscaldamento a secco e successivamente serie di torelli, poi lavoro finalizzato alla reattività ed esercitazioni sui calci piazzati e chiusura con partitina a campo ridotto), Carlo Ancelotti ha diramato la lista dei convocati. I convocati: Allan, Callejon, Di Lorenzo, Elmas, Fabian, Gaetano, Ghoulam, Insigne, Karnezis, Koulibaly, Llorente, Lozano, Luperto, Maksimovic, Malcuit, Meret, Mertens, Milik, Ospina, Tonelli, Younes, Zielinski. Hysaj, Manolas e Mario Rui hanno svolto solo lavoro personalizzato e sono ancora indisponibili, quindi fiducia alla coppia Luperto-Koulibaly al centro con Malcuit e Di Lorenzo terzini, con Maksimovic che potrebbe essere utilizzato part time. In mediana sarà turn over con chance per Elmas, mentre in attacco è rebus; possibile l’attacco pesante con Milik e Llorente con Insigne a centrocampo nel ruolo che non gradisce, oppure Lorenzo a supporto del polacco (o dello spagnolo) e Younes confermato a sinistra (ma occhio alla chance Zielinski). Possibile anche Ospina tra i pali al posto dell’ottimo Meret. Semplici, invece, punta sul 3-5-2 con Floccari e Petagna in attacco; Sterfezza e Reca esterni a tutta fascia con Missiroli, Valdifiori e Kurtic al centro. In difesa, davanti a Berisha, spazio per Tomovic, Vicari ed Igor. PROBABILI FORMAZIONI SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Strefezza, Missiroli, Valdifiori, Kurtic, Reca; Floccari, Petagna. All. Semplici NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Luperto, Koulibaly, Di Lorenzo; Callejon, Elmas, Zielinski, Insigne, Llorente; Milik. All. Ancelotti

26 Ottobre 2019 16:33 - Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2019 16:33
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi