26 Maggio 2022 - Aggiornato alle 10:00
VIAGGI
Torna a Surriento
17 Aprile 2022 23:36 —

"Torna a Surriento" scrivevano Ernesto De Curtis e Giambattista De Curtis nel lontano 1894."Vide 'o mare quante bello, Spira tantu sentimento". E come dargli torto.  Di fronte alla baia di Napoli, c'è questa meraviglia della natura che ci invidia tutto il mondo edificata sulla scogliera che la separa dal suo affollato porticciolo. Famosa per il panorama mozzafiato sul mare, per la bellissima piazza Tasso e il corso principale costellato di caffè e con il suo centro storico formato da un dedalo di stradine dove trova spazio la chiesa di San Francesco, un edificio del XIV secolo con un chiostro tranquillo più volte trasformato in set cinematografico da grandi produzioni internazionali con attori del calibro dell'ex 007 Pierce Brosnan e come non ricordare l'esordio della grande Sophia Loren, oggi cittadina onoraria di Sorrento, che nel 1955 girò qui insieme al grande Vittorio De Sica, “Pane amore e…“ che poi si sarebbe rivelato il suo più grande successo cinematografico diretto dal grande maestro Dino Risi. 

Passeggiando per questi luoghi unici pieni di fascino si ha l’impressione di tornare indietro nel tempo. Si scende a Marina Grande attraverso la scalinata che parte dalla villa in cui soggiornò Benedetto Croce e il panorama che ci si trova difronte è davvero stupefacente. Tra i vari alberghi e gli innumerevoli b&b, sorti negli ultimi anni, si incontra il Grand Hotel Excelsior Victoria, dove il napoletano Enrico Caruso, tra i più grandi tenori di fama mondiale, trascorse gli ultimi anni della sua vita. Nella sua celeberrima suite con vista sul mare "che luccica"  il grande cantautore bolognese Lucio Dalla compose la struggente “Caruso”, una delle canzoni più vendute della storia musicale italiana, grazie alle cover di Pavarotti e in particolare di Andrea Bocelli.

Per chi vuole effettuare un tour c'è il Sorrento City Train, che partendo da Piazza Tasso, in 30-35 minuti vi porterà nel centro storico, al porto e sulle terrazze dalle quali si puà ammirare uno dei panorami più belli del mondo. Il trenino è dotato di auricolari monouso per poter ascoltare il commento in sette lingue. Un sottofondo musicale con chitarra e mandolino accompagna i viaggiatori tra chiese, monumenti ed opere d'arte.    

"Vide 'o mare quante bello, spira tantu sentimento,torna a Surriento".

Antonio Pianelli

 

 

17 Aprile 2022 23:36 - Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2022 23:36
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi