28 Maggio 2022 - Aggiornato alle 14:59
POLITICA
Ucraina: De Luca, "La guerra è una tragedia. Stiamo attenti a non farci del male con le nostre mani, non per noi ma per i nostri figli"
07 Marzo 2022 22:09 — Il Presidente: "Non possiamo immaginare che la Russia accetti di avere ai propri confini un paese che entra nell'alleanza atlantica e magari colloca i missili nucleari."

"Vedo troppa superficialità e troppe tifoserie in campo. La guerra è una tragedia ed è stato ovviamente inaccettabile che la Russia invadesse l'Ucraina ma oggi dobbiamo fare di tutto per risolvere il problema e non per fare le tifoserie. E risolviamo i problemi se mettiamo in campo delle proposte equilibrate. Cioè delle proposte che innanzitutto garantiscano il cessate il fuoco che è la cosa principale oggi perchè quelli che stanno pagando oggi sono i civili, la povera gente. La proposta equilibrata significa tener conto delle esigenze dell'Ucraina e quelle della Russia. Non possiamo immaginare che la Russia accetti di avere ai propri confini un paese che entra nell'alleanza atlantica e magari colloca i missili nucleari ai suoi confini. Come è stato per Cuba quando gli Stati Uniti hanno chiesto, giustamente, di fare marcia indietro e di togliere i missili sulla base di un principio di rispetto per la sicurezza nazionale. Così bisogna tener conto oggi che c'è un problema di sicurezza nazionale. Allora dobbiamo fare noi uno sforzo di ragione anche per tirare fuori da questo pantano la Russia. Credo che in questo momento la posizione più lucida sia quella di Papa Francesco, vedo troppe tifoserie in azione e poca razionalità. I due risultati che abbiamo avuto ad oggi sono un disastro per l'Europa. Il primo è che abbiamo spinto la Russia nelle braccia della Cina. L'interlocutore pericoloso è la Cina non è la Russia che dal punto di vista economico è poca cosa. Il secondo è che abbiamo consentito l'avvio del riarmo della Germania. Cerchiamo di pensare a quello che sarà il mondo fra vent'anni e stiamo attenti a non farci del male con le nostre mani, non per noi ma per i nostri figli."     

Antonio Pianelli     

07 Marzo 2022 22:09 - Ultimo aggiornamento: 07 Marzo 2022 22:09
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi