20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:13
CRONACA
Napoli: Movida Chiaia, si cambia. Chiusura alle 3
29 Dicembre 2016 20:20 — Arriva il Patto tra gestori, residenti e Comune.

Dopo le feroci polemiche seguite ai giorni infernali di Natale allorquando migliaia di ragazzi hanno invaso le strade e stradine di Chiaia, rendendo di fatto i residenti prigionieri nelle loro case, e con l'annuncio dei comitati di voler arrivare a denunciare il Sindaco, il Prefetto ed il Questore, qualcosa finalmente si muove per regolamentare le cosiddette zone della movida. Arriva il Patto per la Convivenza Consapevole tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nelle aree private, pubbliche e demaniali che ha validità sul tutto il territorio comunale. Il patto, siglato dai gestori dei baretti, dai rappresentanti dei residenti e dal Comune, dovrebbe, come si legge, "migliorare le condizioni di vivibilità della popolazione residente e fluttuante nelle aree interessate a potenziali problematiche, persegue possibili soluzioni per contemperare gli obblighi delle istituzioni pubbliche con quelli dei gestori di attività economiche, nel rispetto dei diritti degli stessi, della loro clientela". La cosiddetta "convivenza consapevole" prevede all'art.3, ed è questo è il punto cruciale, che i gestori dei locali si impegnano a rispettare l'orario di chiusura stabilito dal Patto che è pari alle 02: 00 per i giorni dalla Domenica al Mercoledì, invece per i giorni Giovedì al Sabato e per eccezionalità stabilite, alle ore 3:00. Inoltre, previo accordi con gli esercenti, si definisce in via sperimentale un giorno inframensile nel quale si richiede la chiusura nell'intero arco della giornata dei locali commerciali. Se ciò avverrà, allora si potrà dire che dopo anni di battaglie e sofferenze, finalmente i residenti di Chiaia, non dovranno più rivivere i giorni definiti di "pura follia che hanno messo in pericolo la loro stessa sicurezza". Infatti, così avevano commentano il caos generatosi nei giorni del 24 del 25 e del 26, una vera bolgia, animata dalla musica a tutto volume e dagli schiamazzi degli avventori dei numerosi locali della zona. 

29 Dicembre 2016 20:20 - Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2016 20:20
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi