22 Giugno 2017 - Aggiornato alle 18:40
POLITICA
Trenitalia: Frecciarossa, abbonamenti aumentati del 35%. Presentata interrogazione parlamentare a Delrio
18 Gennaio 2017 21:07 — Firmata dai deputati Pd Marco Di Lello, Valeria Valente, Leonardo Impegno e Assunta Tartaglione.

"A partire dal 17 gennaio gli aumenti annunciati da Trenitalia per i pendolari FrecciaRossa sono diventati realtà. Il gruppo, infatti, ha dato il via libera ai nuovi abbonamenti per l’alta velocità, in media i prezzi sono aumentati del 35% con un grave aggravio di costi per tutti i pendolari che, oltre al danno sembrano avere ricevuto anche una beffa. I pendolari dei Frecciarossa dovranno infatti scegliere se utilizzare un abbonamento completo con il massimo dell'aumento, per tutta la settimana e valido a tutte le ore oppure limitato per le corse nella fascia 9-17 con costi più vantaggiosi, ma fuori dagli orari di lavoro. Le tratte interessate coprono tutto il territorio nazionale: vi sa dalla Torino-Milano, alla Bologna-Firenze, alla Firenze- Roma, alla Milano-Firenze e alla Reggio Emilia-Milano. Leggermente più contenuto il rincaro sulla Roma-Caserta - poco più del 31% - mentre i viaggiatori abituali tra Bologna e Milano saranno costretti a pagare il salasso più alto, il 37,4 per cento in più. Abbiamo dunque presentato al ministro Delrio un'interrogazione per capire la congruità di tali aumenti da parte di Trenitalia e come si intende tutelare i pendolari costretti a subire rincari così onerosi" - così in una nota congiunta i deputati Pd Marco Di Lello, Valeria Valente, Leonardo Impegno e la segretaria regionale del Pd campano Assunta Tartaglione, firmatari dell'interrogazione presentata questa mattina.

Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi