19 Settembre 2017 - Aggiornato alle 19:21
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: Pittura, incontriamo Giusy Ercole
26 Gennaio 2017 10:00 — L'artista napoletana nata a Monte di Procida.

Per la Rassegna “Pittura” de ifattidiNapoli incontriamo Giusy Ercole, pittrice nata a Monte di Procida www.giusyercole.it. Giusy studia prima pittura, sartoria e poi scenografia con tesi in costume per lo spettacolo (La Traviata) all'Accademia di Belle arti di Napoli. Dipinge da sempre ed ha lavorato sia per il teatro che per la televisione. Osservando le sue opere si nota che non si colloca in nessuno stile, cioè ci sono opere sia sperimentali, materiche e figurative. Chiediamo a Giusy se sono giuste le nostre osservazioni. “Si, perché non cerco la "riconoscibilità" mi ritengo un'artista libera. All'inizio del secolo Marcel Duchamp disse: come sarà l'arte del futuro, invisibile? Noi artisti contemporanei non dovremmo limitare la nostra produzione artistica per essere "innovativi" e ad avere a tutti i costi la "riconoscibilità", perché oramai si è dipinto in tutti i modi e in tutte le forme. Vede, la ricerca per l'innovazione e la riconoscibilità ha un costo in denaro e un tempo, anche se un'artista riesce ad emergere e ad avere una quotazione di mercato non è detto che manterrà quella quotazione per tutta la vita. Molti ipotizzano che la pittura sia morta. Ad esempio, da oltre un secolo, alcuni artisti organizzano eventi con "opere invisibili" credendo che siano innovative. Tutto ciò è anacronistico e falso. Io penso che la pittura ancora appassioni ed io mi sento artisticamente appagata quando mi “sporco” le mani di colore. Soprattutto io considero un dipinto non un complemento di arredo per riempire la parete dietro il divano, ma un racconto materializzato. Progetti futuri? Mi piacerebbe esporre in estate a Monte di Procida. Ci sono paesaggi pieni di colore, poi altri quasi monocromi come i dipinti dedicati alle donne, perché? Ogni dipinto è legato ad una esperienza ed io uso la pittura per materializzare quell’evento.

Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi