26 Giugno 2017 - Aggiornato alle 03:54
CRONACA
Droga: Progetto Pusher. Arrestate 244 persone in tutta Italia
09 Febbraio 2017 13:53 — Sequestrati 19 chili di cocaina, 2 chili di eroina, 18 chili di hashish, 1.800 chili di marijuana, 308 piante dello stesso stupefacente e 300 grammi di droghe sintetiche.

Ha interessato tutto il territorio nazionale il “Progetto Pusher”, un intervento coordinato dal Servizio centrale operativo che ha concentrato le attività delle Squadre mobili nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’intervento straordinario è stato effettuato nello scorso fine settimana; gli uffici investigativi della Polizia di Stato, supportati da Commissariati, Polizia scientifica, cinofili e Reparti prevenzione crimine hanno arrestato 244 persone. Rilevanti anche gli altri numeri dell’Operazione: 128 persone denunciate in stato di libertà, 87 sanzioni amministrative per consumatori. Sequestrati 19 chili di cocaina, 2 chili di eroina, 18 chili di hashish, 1.800 chili di marijuana, 308 piante dello stesso stupefacente e 300 grammi di droghe sintetiche. Tra le attività di maggior rilievo va segnalato il sequestro di oltre 1.700 chili di marijuana, effettuato da investigatori delle Squadre mobili di Bolzano e Verona, occultati a bordo di un rimorchio contenente un carico di frutta. Tre le persone arrestate nel frangente. Sono invece 14 i chili di cocaina, trovati dagli investigatori della Squadra mobile di Torino, nascosti in un’auto guidata da un cittadino albanese, successivamente arrestato. A Palermo poi gli agenti della questura hanno arrestato un uomo che coltivava ben 308 piante di marijuana. Più in generale, dal 1° luglio 2016 al 1° febbraio 2017, la Polizia di Stato tra fermi, arresti e ordinanze di custodia cautelare, ha condotto in carcere 1.027 persone e 132 persone agli arresti domiciliari. I chili di cocaina sequestrati sono stati oltre 193 mentre quelli di eroina sono stati oltre 45. Un chilo e mezzo è l’ammontare delle droghe sintetiche sottratte alle piazze di spaccio

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi