22 Giugno 2017 - Aggiornato alle 18:33
SPORT
Champions: Real Madrid-Napoli 3-1. De Laurentiis velenoso con Sarri
15 Febbraio 2017 23:06 — Insigne: "Lotteremo fino alla fine".

Il Real Madrid ha battuto al Santiago Bernabeu il Napoli per 3-1 nella partita di andata per gli ottavi di finale di Champions League. Gli azzurri, sorprendentemente, sono andati in vantaggio dopo appena otto minuti con un bel gol di Lorenzo Insigne che da lontano beffa il portiere spagnolo. Poi per il Real vanno a segno Benzema al 18' del primo tempo e Kroos al 4' e Casemiro al 9' del seconto tempo con un tiro imparabile da fuori area. Il match di ritorno è in programma allo stadio San Paolo il 7 marzo. Nel finale Sarri fa entrare in campo Milik giusto per fargli riprendere confidenza con il campo, con una partita ufficiale e con la Champions Leaugue. Ai microfoni di Premium Lorenzinho Insigne sottolinea come gli azzurri siano riusciti a tenere testa ai campioni d'Europa. "La differenza tra noi e il Real la dice solo il risultato perchè abbiamo dimostrato di saper giocare e abbiamo fatto una grande partita contro i campioni d'Europa e del mondo. Al di la del risultato abbiamo fatto una grande partita. Complimenti ai miei compagni. Abbiamo lottato fino a alla fine, peccato per il risultato ma abbiamo il ritorno al San Paolo dove lotteremo per 90 minuti. Il Real Madrid è una grande squadra con 18 fenomeni, noi abbiamo fatto una grande gara, siamo venuti qui con umiltà, e lotteremo fino alla fine". "Questa sera ai ragazzi è mancata la 'cazzimma' napoletana. L'ha avuta solo Insigne, gli altri non esistevano, erano come bloccati di fronte a questi mostri sacri del Real Madrid. La nostra inadeguatezza serale avrebbe potuto permettere al Real di fare 5-0, diciamo che ci è andata di lusso. Bisognava trovare delle alternative. Io ho speso dei soldi per dei giocatori che non hanno mai giocato". Così un Aurelio De Laurentiis non troppo soddisfatto del risultato, commenta la partita del Bernabeau. "Quando saremo nella bolgia del San Paolo gli altri potranno andare in confusione, quindi credo che niente sia ancora perso. Credo che a Napoli sarà tutta un'altra storia. Ma ripeto, per come ha saputo fare e gestire quel gol, la 'cazzimma' d'oro va a Insigne. Ma forse se non avessimo avuto l'incidente di Milik questa sera avremmo visto un'altra partita. Ma non voglio entrare nel merito delle scelte, e non mi permetto di dare consigli, posso non condividere certe scelte ma non oserei mai dirlo e certe cose continuo a tenerle per me". Intanto, come al solito, le ha dette. E sui social monta la polemica, ancora una volta, contro di lui. L'allenatore azzurro, dal canto suo, risponde al Presidente, assumendosi. come sempre, la responsabilità delle scelte effettuate: "Al ritorno proveremo a vincere la partita, sperando di giocare meglio e sbagliare meno. Io sono tutti i giorni a Castel Volturno e vedo i ragazzi. Le scelte le faccio io e non il Presidente, ma secondo me abbiamo fatto quello che potevamo fare. L'opinione del presidente conta sempre, ma preferisco che dica le cose a me. Contro il Real non abbiamo avuto il coraggio che volevamo avere, ma quelle volte che abbiamo sviluppato il nostro gioco abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio. Con tutti questi errori tecnici diventa difficile fare il nostro gioco, ma giocare contro il Real Madrid non è facile. In queste partite comunque si cresce. Abbiamo dimostrato di poterci stare anche perché il Real Madrid ha fatto la miglior partita degli ultimi tre mesi, mentre il Napoli non ha giocato come sa. Se giocheremo al nostro livello, la sfida sarà più equilibrata".  

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi