22 Agosto 2017 - Aggiornato alle 22:18
POLITICA
Napoli: Istituto Caselli, Regione "De Magistris racconta bugia clamorosa e ribalta la realtà"
05 Aprile 2017 20:19 — L'Assessore Fortini: "Clamoroso falso istituzionale".

"Incredibile falso istituzionale sull’Istituto “Caselli” di Capodimonte. Siamo di fronte a una clamorosa “fake news” quando il sindaco di Napoli rivendica il riconoscimento avuto dall’istituto della porcellana di Capodimonte, per il quale (come da delibera che pubblichiamo) ne aveva proposto l’accorpamento. E’ stato l’intervento della Regione, prima con una lettera del presidente De Luca al ministro del dicembre scorso (che pubblichiamo), e poi con delibera della Giunta Regionale del 14 marzo scorso (che pubblichiamo) a garantire e difendere il prestigioso istituto di Napoli. Il Comune non c’entra niente". Scrive e dichiara l’assessore Lucia Fortini: "Quando ho letto il post Facebook del Sindaco di Napoli sull’Istituto Caselli, sono balzata dalla sedia. Davvero non credevo ai miei occhi: come può il primo cittadino di Napoli raccontare una bugia così clamorosa fino a ribaltare la realtà? Il riconoscimento di “Istituto Raro” per il “Giovanni Caselli” è stato conferito dalla Giunta Regionale della Campania, con deliberazione n°141 del 14 marzo scorso, con parere favorevole del Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, sollecitata in tal senso da una lettera del Presidente della Regione, nonostante la Città Metropolitana di Napoli, guidata da de Magistris, con la deliberazione n.198 del 25 novembre 2016, avesse espresso un indirizzo opposto, chiedendo l’accorpamento del Caselli con un altro istituto. La volontà dell’amministrazione comunale di Napoli era quella di mettere fine all’autonomia del Caselli, la Regione Campania l’ha impedito. Questo dicono gli atti amministrativi".

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi