21 Luglio 2017 - Aggiornato alle 20:49
CRONACA
Napoli: “Torna immediatamente a cucinare altrimenti ti chiudo in un sacco”, queste le parole pronunciate alla moglie da un 40enne arrestato dalla Polizia di Stato
20 Aprile 2017 19:05 — L'episodio avvenuto in un ospedale cittadino dove la donna lavora.

R.C. 40enne di Marigliano (NA) è stato arrestato, nella primo pomeriggio di ieri, dalla Polizia di Stato, perché responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali dolose e resistenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo, come una furia, si è recato presso un ospedale cittadino ove la moglie lavora e, notandola nel cortile, dopo averla afferrata per i capelli e malmenata, pretendeva che facesse ritorno immediatamente a casa per cucinare, minacciandola di volerla chiudere in un sacco. Solo l’intervento degli agenti del Commissariato di Polizia “Decumani”, ha impedito il peggio. L’uomo, infatti, nonostante l’intervento di una guardia giurata addetta alla vigilanza della struttura, che era riuscita a separarli, ha continuato con il suo atteggiamento violento. La donna, riuscita a liberarsi dalla morsa dell’uomo, è scappata all’interno della struttura ospedaliera, raggiungendo il secondo piano. I poliziotti, infatti, l’hanno ritrovata rannicchiata su un gradino, mentre piangeva e tentava con le mani di coprirsi le orecchie per non ascoltare le urla del marito rimasto in cortile. Alla vista dei poliziotti la donna, stremata dalle continue vessazioni dell’uomo, ha chiesto in lacrime di essere salvata, aggiungendo di non aver mai denunciato il coniuge per amore dei loro 6 figli e per evitare ulteriori ripercussioni. La vittima, sposata da 16 anni, da ben 10 anni stava subendo violenze sia fisiche che psicologiche e, in più circostanze, era dovuta ricorrere alle cure ospedaliere per le percosse ricevute dal marito. Il 40enne, che ha tentato in tutti i modi di provocare gli agenti al fine di poter giungere ad uno scontro fisico, ha tentato ulteriormente di aggredire la moglie anche in loro presenza, se non fosse stato per un poliziotto che, con il suo corpo, ha fatto da scudo. Con non poche difficoltà, i poliziotti riuscivano a bloccare il 40enne che, seppur condotto negli uffici del Commissariato di Polizia Decumani ha continuato con il suo atteggiamento violento. Gli agenti hanno arrestato R.C. conducendolo alla casa Circondariale di Poggioreale, accertando una serie di violenze compiute nei confronti della moglie nell’arco temporale di ben 10 anni.    

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi