24 Luglio 2017 - Aggiornato alle 20:33
POLITICA
Napoli: Vesuvio, dopo approvazione norme criminogene non si ha diritto di versare lacrime di coccodrillo
12 Luglio 2017 15:19 — È quanto dichiara Marco di Lello, parlamentare democrat napoletano, segretario della co.missione bicamerale antimafia.

Quando si approvano o comunque propongono norme criminogene che secondo i promotori garantiscono impunità poi non si ha il diritto di piangere lagrime di coccodrillo" - così su Facebook l'ex assessore campano all'Urbanistica della giunta Bassolino Marco Di Lello (Pd), attualmente segretario della Commissione Bicamerale Antimafia. "Dopo anni di promesse di condono e proposte di legge salva abusivi non ci si deve meravigliare se piromani incendiano il Vesuvio con la speranza di evitare abbattimenti e liberare porzioni di territorio per nuove costruzioni abusive, in un area che da troppo tempo aspetta, al contrario, di essere decongestionata. Spero davvero che i tanti politici che hanno barattato legalità e sicurezza per il consenso non dormano la notte. Per quanto mi riguarda continuerò a lottare contro di essi in ogni modo. Anche da relatore sulla nuova legge sugli abbattimenti, per cui ho proposto di triplicare le risorse da destinare alle demolizioni dei manufatti abusivi" - conclude Di Lello

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi