21 Luglio 2019 - Aggiornato alle 07:09
POLITICA
Antimafia: Cantalamessa ricorda Don Diana
20 Marzo 2019 13:33 — Cantalamessa, Capogruppo Lega Commissione Antimafia: ”L’esempio di don Giuseppe Diana è ancora vivo tra chi ha a cuore il futuro della nostra terra”.

“Sono trascorsi venticinque anni dall’omicidio del sacerdote che ha sfidato la camorra, per amore della verità e della giustizia, ma il ricordo e l’esempio dato da don Peppino Diana è quanto mai vivo nella mente di chi lo ha conosciuto e di ha a cuore il futuro della nostra terra”.

Così Gianluca Cantalamessa, capogruppo della Lega in Commissione Antimafia, ricorda il sacrificio del sacerdote, barbaramente assassinato dalla camorra nel giorno del suo onomastico.

“Da allora, molte cose sono cambiate.  – continua il deputato leghista - La presenza delle forze di polizia e d’intelligence è  aumentata esponenzialmente sul territorio di Casal di Principe. Gli arresti eccellenti dei boss hanno avuto il merito di aver reso acefala l’organizzazione criminale ma è indubbio che molto ancora deve essere fatto. La chiesa, in questi lunghi anni, ha saputo interpretare lo spirito di don Diana, ha fatto erigere chiese e tempi mariani, non può essere lasciata sola. La manifestazione di ieri, alla quale era presente anche l’istituzione di cui mi onoro di far parte, nella figura del presidente Nicola Morra, ha vista la partecipazione di numerosi giovani. Ecco, è il segno tangibile di un futuro luminoso per la nostra terra. Guai però  -  è il monito di Cantalamessa - a lasciare carta bianca a chi non ha a cuore le sorti dei nostri ragazzi. Non commetteremo gli errori del passato”.

20 Marzo 2019 13:33 - Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2019 13:33
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi