14 Dicembre 2019 - Aggiornato alle 08:49
SPORT
Napoli: Ancelotti a Castelvolturno con gruppo ridotto
20 Marzo 2019 18:57 —

Gruppo ridotto a Castel Volturno per Carlo Ancelotti, con il tecnico che ha svolto la sessione di allenamento con metà rosa, quella non convocata dalle rispettive nazionali. Lavoro prettamente in palestra, con una prima fase di esercizi di prevenzione; poi lavoro tecnico con sfide a pressione 1 contro 1. L’obiettivo è mettere un po’ di benzina nelle gambe e provare a recuperare un po’ di smalto in vista del rush finale. Terapie, invece, per Insigne, Chiriches e Diawara. E proprio per il centrocampista non arrivano buone notizie, anzi. La microfrattura al piede subìta dall’ex Bologna sembra più grave del previsto, con uno stop di almeno due mesi. Diawara, in pratica, ha già finito la stagione. Una brutta tegola per il tecnico azzurro che, nella sfida contro la Roma, non potrà contare su Piotr Zielinski, diffidato ed ammonito contro l’Udinese. Presumibilmente si giocheranno un posto da titolare Younes e Verdi, entrambi rimasti a Castel Volturno; entrambi avranno la possibilità di convincere Ancelotti a puntare su di loro nella delicata sfida contro i giallorossi dell’ex Claudio Ranieri. Le gerarchie non son ancora stabilite, sarà un testa a testa tra l’italiano e l’ex Ajax per diventare prima alternativa ai titolari. Insigne, invece, è ancora in dubbio per la prima gara contro l’Arsenal; si proverà a recuperarlo senza, però, forzare vista anche l’importanza del calciatore.  Ai microfoni della radio ufficiale del Napoli, intanto, ha parlato Attilio Auricchio, Capo di Gabinetto del Comune di Napoli: “Le giornate sono tutte importanti, siamo a soli 100 giorni dalle Universiadi. Oggi lo è per quel che riguarda i lavori al San Paolo, sfruttando anche la sosta del campionato. Dovrebbe arrivare il nero sul bianco per l’ordine dei sediolini. Siamo felici, con la Mondo parleremo anche di tempistiche. Altri lavori sono già stati effettuati, come quelli all’impianto audio. Tocca invece completare il tappeto della pista d’atletica per le gare più importanti delle Universiadi. Il tema dei sediolini è stato parecchio chiacchierato. Ci sono alcune foto che ho visto sui giornali, ma ancora non esiste una bozza dei sediolini da utilizzare, o meglio la Mondo ancora non ce l’ha inviata. Vi posso confermare il colore identitario azzurro, ma ci piace anche l’idea di pixellare con altri colori che non siano il rosso, come ho visto nelle foto di cui vi parlavo. Ad installare i sediolini, precisiamo, non sarà la Mondo ma una azienda specializzata come l’ATI. Il nostro intento è sfruttare il San Paolo per riqualificare anche la zona di Fuorigrotta, già strutturata in modo da attirare pubblico. C’è l’Università, locali, lo zoo. Insomma, la nostra idea è sfruttare le Universiadi per riqualificare la città. La piscina Scandone, ad esempio, diventerà il primo impianto nazionale”.

Giovanni Spinazzola 

20 Marzo 2019 18:57 - Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2019 18:57
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi