23 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 10:13
POLITICA
Napoli: Movida violenta, Sapignoli (Lega) "Clemente fà finta di non sapere che la maggioranza dei controlli spettano alla Polizia Municipale"
27 Marzo 2019 11:42 —

“L’Assessore Clemente, come tutta la Giunta De Magistris, fa finta di non sapere che i controlli su cosa si somministri ed a chi (se maggiorenni o meno), sul rispetto degli orari di chiusura dei cosiddetti baretti e dei locali presenti nell'area della Movida, sul rispetto del numero di persone presenti nei locali spettano alla Polizia Municipale alla diretta dipendenza dell’amministrazione comunale e del suo Assessorato specifico. 

Tra l’altro tra le deleghe che la stessa ha vi è specificato che c’è la “sicurezza urbana” che non può non declinarsi che attraverso il controllo capillare di quelle aree e sui modi in cui la Movida viene “esercitata”.

Non è un caso che le risse e gli schiamazzi siano frutto quasi sempre dell’alterazione alcolemica di giovani e giovanissimi. Questo tipo di controlli alla fonte, propedeutici ad evitare che si arrivi alla rissa ed alle colluttazioni frequenti, spettano alla polizia municipale. Ma si sa il Comune di Napoli, come per tutte le vicende che riguardano l’interesse pubblico e collettivo, è come sempre inesistente”.

E’ quanto dichiarato in una nota dall’avv. Simona Sapignoli coordinatrice cittadina della Lega Napoli – Salvini Premier in risposta all'Assessore Clemente sul tema della Movida violenta a Napoli.

“Come Lega, ripeto, avvieremo una campagna di ascolto e sensibilizzazione rivolta ai residenti della zona, con lo scopo di dare voce a chi da anni subisce senza ricevere da De Magistris e dai suoi una benché minima risposta. Per quanto riguarda l’assenza totale della Clemente e del suo assessorato sui temi che riguardano le competenze della Polizia Locale non ci meravigliamo e non è la prima volta ne sarà l’ultima che accade: ancora ricordiamo il suo silenzio assordante sulla vicenda dei nuovi alloggi assegnati a Scampia (iter che è di diretta competenza del suo assessorato) a parenti di appartenenti alla criminalità organizzata, sollevato dai quotidiani napoletani”, ha concluso la Sapignoli.

27 Marzo 2019 11:42 - Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2019 11:42
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi