21 Ottobre 2020 - Aggiornato alle 03:32
CRONACA
Napoli: Cambio al vertice della Guardia Costiera di Ischia
04 Settembre 2020 21:25 —

Il prossimo 18 settembre, dopo oltre due anni alla guida dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia, il Comandante Andrea Meloni passerà le consegne al Tenente di Vascello (CP) Antonio Cipresso. La cerimonia formale – nel rispetto delle disposizioni anti-Covid – si svolgerà alle ore 11.00 presso il Piazzale della Chiesa del Soccorso, nel Comune di Forio, alla presenza del Direttore Marittimo della Campania e Comandante del Porto di Napoli Ammiraglio Ispettore (CP) Pietro Giuseppe Vella. Al termine del suo mandato, il Comandante Meloni sarà destinato a Roma al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, con incarico presso il 3° Reparto - Ufficio Centrale Operativa (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) e Ufficio Operazioni – Sezione Operazioni Internazionali. Il TV (CP) Antonio Cipresso è nato a Mesagne (BR) il 09 febbraio 1989. Dal 2007 al 2012 ha frequentato il Corso Normale presso l’Accademia Navale di Livorno dove ha conseguito la laurea in Scienze del governo e dell’Amministrazione del Mare. Al termine del periodo accademico è stato destinato presso la Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto, dove, sempre, nel 2012 è stato promosso al Grado di Sottotenente di Vascello. Presso la Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto ha svolto dapprima l’incarico di Addetto al Servizio Sicurezza della Navigazione e Portuale e, dal mese di settembre 2016, quello di Capo Sezione Polizia Marittima, Ambiente e Difesa Costiera. Dal febbraio 2017 ha assunto anche l’incarico di Capo Servizio Locale Prevenzione e Protezione. Nell’ottobre 2017 è stato promosso al grado di Tenete di Vascello e, dal mese di maggio 2018, ha assunto l’incarico di Capo Sezione SAR (Search and Rescue) e Capo Servizio Operativo della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto. Nel maggio 2020 ha conseguito il Master di II livello in “Diritto ed Economia del Mare”, presso l’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti – Pescara, con la tesi dal titolo “Lo shipping e la portualità europea, focus sulla realtà italiana – possibili scenari di sviluppo in seguito alla pandemia da virus Covid – 19”.

04 Settembre 2020 21:25 - Ultimo aggiornamento: 04 Settembre 2020 21:25
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi