21 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 14:38
SPORT
Napoli: "Il capitolo Insigne" di Giovanni Spinazzola
11 Agosto 2021 16:26 —

Il capitolo Insigne continua a tenere banco a castel di Sangro, lì dove il Napoli si sta allenando per la seconda parte del ritiro. Il capitano è lì ed ha manifestato l’idea di chiudere la carriera con il Napoli, ma anche un ingaggio da top player, almeno in azzurro, che lo farebbe arrivare a circa 6 milioni di euro netti l’anno. Anche Vincenzo Pisacane, l’agente del 24 azzurro, è in Abruzzo pronto ad incontrare il patron De Laurentiis che, invece, addirittura gioca al ribasso per il rinnovo, a circa 3,5 l’anno. Di fatto due rette parallele difficili che s’incontrino, anche perché il divario è davvero ampio. Le vittime di questo giochino davvero allucinante, sono i tifosi e Spalletti. I supporters, come se non bastassero i rospi e le amarezze ingoiate nell’ultimo periodo, l’ultima nell’epilogo della scorsa stagione con la Champions League regalata alla Juve, non sanno se il capitano resterà (ed in che condizione, peraltro, perché in scadenza). Eppure a Castel di Sangro, nell’ultima amichevole disputata contro l’Ascoli, la tifoseria ha mostrato da che parte si è schierata, inneggiando il 24 azzurro. Spalletti è chiaramente l’altra vittima; iniziare un nuovo progetto con la spada di Damocle sul capo relativa ad uno dei calciatori più forti e rappresentativi, beh, non dev’essere il massimo. Come se non bastasse, a “rassicurare2 tutti, le parole del patron di ieri. “Mercato aperto, sia in entrata che in uscita” che è un po’ una sorta di invito ad entrare al supermercato Napoli. Nessuno sconto, per carità, ma certamente qualità a prezzi buoni. L’obiettivo, ricordiamo, è sempre la qualificazione alla prossima Champions League, una sorta di chimera continuando di questo passo. D’altronde, Lorenzo De’ Medici, Il Magnifico (nome e soprannome utilizzati per identificare Insigne, che coincidenza) nella Canzona di Bacco composta nel 1490 scriveva “del doman non v’è certezza”. Chissà se la sua lungimiranza non gli abbia permesso di vedere con oltre 500 anni di anticipo cosa sarebbe accaduto in casa azzurra. 

11 Agosto 2021 16:26 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2021 16:26
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi