16 Aprile 2024 - Aggiornato alle 23:18
SPORT

Napoli-Juventus: "La sfida delle sfide" di Giovanni Spinazzola

02 Marzo 2024 23:26 —

“La Juventus se è stata eliminata dalle coppe europee, non dovrebbe essere nemmeno ammessa al campionato del mondo”. De Laurentiis aveva infiammato così la vigilia di Napoli-Juventus, una gara la cui rivalità è discriminante quasi fondamentale. Dalle parole ai fatti, il patron è già al lavoro con il suo pool di legali pronto al ricorso. La mancata penalizzazione della Juve nel ranking Uefa può essere una strada da percorrere per De Laurentiis, così come l’ultima qualificazione in Champions ottenuta all’alba della stessa penalizzazione. Il presidente non ha fretta, ma se non dovesse arrivare sul campo il pass per il Mondiale la strategia è chiara.

Sul campo, anche contro la Juve ci si aspetta il Napoli brillante visto mercoledì contro il Sassuolo. Il morale è sicuramente positivo e Calzona prepara la gara con fiducia. Serve un filotto agli azzurri per provare a sperare ancora nel miracolo della qualificazione alla prossima edizione della Champions League, sfruttando anche lo scontro diretto tra Atalanta e Bologna, due rivali dirette in questa corsa. E dalla sua gli azzurri avranno anche un Maradona sold-out. Da un lato, la gara contro la Juventus è sempre “La Partita” per i tifosi partenopei, dall’altra il sonante 6-1 ha ridato entusiasmo ad un popolo depresso. Le giocate ed i meccanismi del Napoli spallettiano sono riemersi dai posti più reconditi della memoria e c’è la sensazione di poter conquistare bottino pieno contro una Juve in difficoltà nelle ultime gare. In caso di vittoria, peraltro, sarebbe il primo successo contro una big in questo torneo.

Peccato, per i tifosi azzurri, non poter ascoltare le parole del tecnico Calzona nel pre gara. Per una decisione scellerata – l’ennesima di una stagione da dimenticare ma anche l’ennesima di una comunicazione sempre approssimativa e non certo da club di Serie A – da parte della società che ha scelto il silenzio stampa nei pre-partita eccetto per le gare di Champions League, dove l’Uefa obbliga il club a parlare.

La gara sarà diretta da Maurizio Mariani di Aprilia. Assistenti: Passeri-Costanzo. IV Uomo: Colombo. VAR: Irrati-Sozza. Il match, in programma alle 20.45, sarà visibile in diretta e in esclusiva su DAZN attraverso una smart tv compatibile scaricando l’app oppure collegando alla tv dispositivi quali Amazon Fire Stick oppure Google Chromecast. In alternativa, anche attraverso console come Xbox e PlayStation. In alternativa si può scaricare l’app su tablet o cellulare oppure collegarsi al sito tramite pc.

Confermato il 4-3-3, dogma imprescindibile, due i ballottaggi rispetto al Mapei. In difesa si giocano una maglia Juan Jesus ed Ostigard accanto a Rrahmani, con Meret tra i pali e Di Lorenzo-Mario Rui sulle fasce. A centrocampo, intoccabili Lobotka ed Anguissa, è sfida tra Traoré e Zielinski per la terza maglia. Tutto invariato, invece, in attacco: Politano e Kvaratskhelia agiranno ai lati di Osimhen.

Allegri, invece, recupera Danilo e Chiesa ma dovrebbero partire inizialmente dalla panchina. Nel canonico 3-5-2, Szczesny tra i pali, Gatti, Bremer e Rugani a formare il trio difensivo. A centrocampo scelte obbligate con Alcaraz, Locatelli e Miretti al centro con Cambiaso e Kostic sugli esterni. In attacco il giovane Yildiz supporterà Vlahovic.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Ostigard, Olivera; Anguissa, Lobotka, Traorè; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Calzona

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso, Alcaraz, Locatelli, Miretti, Kostic; Vlahovic, Yildiz. All. Allegri

02 Marzo 2024 23:26 - Ultimo aggiornamento: 02 Marzo 2024 23:26
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi