16 Luglio 2024 - Aggiornato alle 09:20
CRONACA

Napoli: Al Vomero invece che alberi si piantano tavolini. Bar installa tavoli alti negli spazi per le alberature

10 Luglio 2024 11:19 — Borrelli e Nasti (Europa Verde): “Segnalato alla Municipale. Si appropriano di spazi pubblici, pesano solo a sé stessi e mai alla comunità. Dovrebbero studiarsi l’equilibrio di Nash”.

Per combattere la calura estiva nelle città ci sarebbe bisogno di piantare più alberi, i quali trattengono le sostanze inquinanti e rilasciano ossigeno e con la loro chioma proteggono il suolo dai raggi solari. 

C’è però chi crede che sia meglio far fronte alle elevate temperature rinfrescandosi sorseggiando un drink.  È accaduto, infatti, che al Vomero siano stati piantati dei tavolini alti da bar in quegli spazi dove avrebbero dovuto essere piantumate delle alberature.

La vicenda è stata segnalata nel gruppo Facebook “Quelli del Vomero” e diversi utenti l’hanno inoltrata al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

“Stiamo cercando capire dove sia accaduto esattamente in modo da inviare la Polizia Municipale.”- dichiara Borrelli assieme al consigliere municipale di Europa Verde Rino Nasti- “Non solo non si comprende l’importanza degli alberi e dell’arredo verde nella città ma ci si appropria del bene pubblico per fini commerciali. Per molti gli interessi personali vengono sempre e comunque prima del bene comune. A queste persone consigliamo di studiare il matematico John Nash e la sua teoria sull’equilibrio. I risultati migliori si ottengono quando ognuno agisce per il suo bene e, contemporaneamente, per il bene di tutti gli altri. Chi invece pensa soltanto a coltivare il proprio orticello arreca un danno agli altri e, di conseguenza, anche a sé stesso.”

10 Luglio 2024 11:19 - Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2024 11:19
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi