16 Luglio 2024 - Aggiornato alle 12:27
SALUTE

Napoli: Campagna vaccinale antinfluenzale e vaccini associabili Covid-19, anti-HPV, Herpes Zoster e anti pneumococco della Asl Napoli 1

26 Settembre 2023 22:00 —

ll vaccino antinfluenzale è indicato per tutte le persone che desiderino evitare le complicanze della malattia influenzale e non abbiano specifiche controindicazioni. Tuttavia, in accordo con gli obiettivi della pianificazione sanitaria nazionale e con il perseguimento degli obiettivi specifici del programma di immunizzazione contro l'influenza.

Sulla base delle indicazioni della Circolare Ministeriale n°0031738 del 06/07/2022 (confermata dal Ministero della Salute anche per la Campagna vaccinale 2023) ed alla luce dei precisi indirizzi del Governo regionale e della Direzione Generale Tutela della Salute Regione Campania il vaccino antinfluenzale è fortemente raccomandatocon offerta attiva e gratuita, per persone ad alto rischio di complicanze o ricoveri correlati all'influenza, donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano in gravidanza e nel periodo “postpartum”, ed inoltre:

  • soggetti dai 6 mesi ai 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza:

    1. malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva-BPCO)

    2. malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite

    3. diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con indice di massa corporea BMI >30)

    4. insufficienza renale/surrenale cronica

    5. malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie

    6. tumori e in corso di trattamento chemioterapico

    7. malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV

    8. malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali

    9. patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici

    10. patologie associate a un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari)

    11. epatopatie croniche.

  • Soggetti di età pari o superiore a 65 anni.

  • Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale.

  • Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti.

  • Familiari e contatti (adulti e bambini) di soggetti ad alto rischio di complicanze (indipendentemente dal fatto che il soggetto a rischio sia stato o meno vaccinato).

Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori:

  • Medici e personale sanitario di assistenza in strutture che, attraverso le loro attività, sono in grado di trasmettere l'influenza a chi è ad alto rischio di complicanze influenzali.

  • Forze di polizia

  • Vigili del fuoco

  • Altre categorie socialmente utili che potrebbero avvantaggiarsi della vaccinazione, per motivi vincolati allo svolgimento della loro attività lavorativa; a tale riguardo, la vaccinazione è raccomandata ed è facoltà delle Regioni/PP.AA. definire i principi e le modalità dell’offerta a tali categorie.

  • Infine, è pratica internazionalmente diffusa l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale da parte dei datori di lavoro ai lavoratori particolarmente esposti per attività svolta e al fine di contenere ricadute negative sulla produttività.

Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani:

  • Allevatori

  • Addetti all’attività di allevamento

  • Addetti al trasporto di animali vivi

  • Macellatori e vaccinatori

  • Veterinari pubblici e libero-professionisti.

Altre categorie

  • Donatori di sangue

  • Bambini sani nella fascia di età 6 mesi - 6 anni (anche allo scopo di ridurre la circolazione del virus influenzale fra gli adulti e gli anziani) *

  • Soggetti nella fascia di età 60-64 anni**

  • Esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti

  • Anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza.

I vaccini antinfluenzali non vanno somministrati nei piccoli di età inferiore a 6 mesi; la vaccinazione della mamma e degli altri familiari, che ne hanno cura, è una possibile alternativa per proteggerli in maniera indiretta.

Anche per il 2023, vista l’attuale circolazione del virus SARS-CoV-2, al fine di ridurre la probabilità che l’eziologia della malattia sia il virus influenzale e quindi di facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d’età di maggiore rischio di malattia grave, la vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata e può essere offerta gratuitamente nella fascia d’età 60-64 anni.

Si evidenzia che:

  • la vaccinazione antinfluenzale può essere effettuata nella stessa seduta della vaccinazione anti Covid-19;

si consigliano anche le vaccinazioni:

anti-HPV (Papilloma virus)

i vaccini anti-HPV oggi utilizzati proteggono contro i 9 sierotipi di HPV più pericolosi e sono estremamente sicuri ed efficaci: possono prevenire oltre il 90% delle forme tumorali associate all’HPV e sono stati somministrati in sicurezza a milioni di ragazze e ragazzi in tutto il mondo;

la vaccinazione contro il papilloma virus è raccomandata e gratuita per le ragazze e i ragazzi a partire dagli 11 anni di età, per le donne fino a 26 anni, per gli uomini fino a 18 anni inclusi, con mantenimento della gratuità per tutte le dosi del ciclo vaccinale, qualora non siano stati precedentemente vaccinati o non abbiano completato il ciclo vaccinale. In Regione Campania con Decreto del Commissario ad Acta n. 76 del 18/10/2019, la gratuità della vaccinazione anti-HPV è estesa a tutte le donne che sono state sottoposte a recenti trattamenti per lesioni HPV-correlate.

anti herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio)  è una malattia dolorosa e in alcuni casi invalidante causata dallo stesso virus della varicella che solitamente colpisce nei primi anni di vita:

la vaccinazione contro l’herpes zoster è offerta gratuitamente, ai soggetti dai 18 ai 49 anni, altamente fragili e con rischio elevato di herpes zoster o di complicanze ad essoassociate; ai soggetti con età ≥50 anni con patologie croniche e a tutti i soggetti con età ≥65 anni.

anti pneumococco

. la vaccinazione anti-pneumococco con vaccino coniugato è un efficace strumento di prevenzione della polmonite e delle altre forme invasive di malattia pneumococcica e deve essere offerta prioritariamente alla coorte dei 65enni.

. l’offerta prevede la schedula sequenziale, con due dosi: una prima dose di vaccino coniugato (PCV) e una seconda di vaccino polisaccaridico (PPSV), facendo attenzione a non invertire l’ordine delle due vaccinazioni.

. la vaccinazione anti-pneumococco può essere offerta simultaneamente ad altre vaccinazioni, inclusa la vaccinazione anti-influenzale (che può rappresentare un'occasione opportuna per proporre il vaccino anti- pneumococco), ma può anche essere somministrata indipendentemente e in qualsiasi stagione dell'anno.

. il ciclo vaccinale anti-pneumococco, secondo le attuali indicazioni, deve essere effettuato una sola volta nella vita.

La vaccinazione antinfluenzale e le altre vaccinazioni sopra indicate possono essere praticate come di seguito:

  • vaccino antinfluenzale.................................. Medici di Medicina Generale- Pediatri di Libera Scelta - Farmacie di Comunità convenzionate Distretti Sanitari di Base

  • vaccino anti Covid-19................................... Medici di Medicina Generale - Pediatri di Libera Scelta - Farmacie di Comunità convenzionate Distretti Sanitari di Base

  • anti HPV (Papilloma virus)........................... Distretti Sanitari di Base

  • anti herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio) Medici di Medicina Generale - Distretti Sanitari di Base

  • anti pneumococco........................................ Medici di Medicina Generale - Distretti Sanitari di Base

E’ opportuno praticare la vaccinazione antinfluenzale nel più breve tempo possibile, considerato che è prossima la stagione autunnale e che sono necessarie circa due settimane per sviluppare gli anticorpi.

Per ulteriori informazioni

https://www.salute.gov.it/portale/influenza/dettaglioContenutiInfluenza.jsp?lingua=italiano&id=686&area=influenza&menu=vuoto&tab=1

Per precise indicazioni relative all’offerta dell’ASL Napoli 1 Centro

www.aslnapoli1centro.it  - pagina Facebook  

Per consultare la tabella dei centri vaccinali con gli indirizzi, i giorni e gli orari Clicca Qui

26 Settembre 2023 22:00 - Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2023 22:00
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi