15 Luglio 2024 - Aggiornato alle 09:43
SALUTE

Napoli: L’esperienza dei medici per le “nuove leve”, più di 600 all’incontro di orientamento organizzato alla Federico II

10 Novembre 2023 12:15 —

Pronti ad entrare nel mondo del lavoro, a diventare a tutti gli effetti medici, ma anche comprensibilmente preoccupati per un futuro che appare quantomai incerto. All’aula magna G. Salvatore della Federico II di Napoli si sono trovati oggi i giovani studenti di Medicina in procinto di laurearsi, una giornata voluta e organizzata dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Napoli e provincia e dalla Scuola di Medicina e Chirurgia della Federico II che è servita come momento di riflessione per definire le scelte imminenti e decisive di questi giovani professionisti. «Alla vigilia della laurea – dice il presidente Bruno Zuccarelli - dopo aver concluso con successo il percorso formativo universitario, questi giovani sono ormai prossimi all’ingresso nel mondo del lavoro. Il giorno della laurea – ricorda il leader dei camici bianchi - coincide anche con l’abilitazione professionale e quindi, dopo una minima attesa legata ai passaggi burocratici per l’iscrizione All’albo, i giovani medici vengono immediatamente proiettati nel mondo del lavoro. Tante sono le incertezze e tanti sono i dubbi sulla scelta del percorso professionale, formativo e lavorativo alle quali abbiamo voluto cercare di dare una prima risposta». Si parte dalla domanda “mi laureo, mi abilito, e poi?” per continuare con una serie di tematiche sul post-laurea di grandissima attualità, tra le quali: gli impegni professionali alla luce del rispetto delle norme del codice deontologico, la sfida della burocrazia amministrativa, quali sono sbocchi lavorativi alternativi? Ne hanno parlato con i giovani medici, oltre a Bruno Zuccarelli e Maria Triassi, hanno preso parte all’incontro Agostino Buonauro, Francesco Paolo Cirillo, Mario Delfino, Pierpaolo Di Lorenzo, Nicola Ferrara, Davide Lamparella, Gerardo Nardone, Massimo Niola, Fausto Piccolo, Luigi Sparano e Silvestro Scotti. «Una giornata molto importante - dice Maria Triassi - ed ha la funzione di orientare a 360 gradi i giovani medici nelle future scelte professionali e chiarire tempistiche, vincoli e opportunità, vantaggi e svantaggi delle diverse possibilità. Gli studenti vicini alla laurea hanno dunque l’opportunità di chiarirsi le idee sugli adempimenti burocratici da effettuare per iscriversi all’Ordine, sulle procedure per poter accedere alla fiscalità ed è occasione anche per fornire loro chiarimenti sulle prospettive così da poter scegliere, avendo tutte le informazioni e gli strumenti necessari, tra la carriera generalistica, quella specialistica e la libera professione. Inoltre i laureandi hanno l’opportunità anche di avere le nozioni necessarie per districarsi nella giungla delle coperture assicurative, per il riscatto degli anni di laurea, per capire il ruolo dell’Enpam e non ultimo il ruolo della deontologia nella professione medica così come l’importanza delle nuove tecnologie».

10 Novembre 2023 12:15 - Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2023 12:15
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi