13 Giugno 2024 - Aggiornato alle 22:30
CRONACA

Napoli: La denuncia su Facebook, "La verità della turistificazione"

12 Settembre 2023 09:19 —

La denuncia arriva su Facebook con un post pubblicato sul Gruppo "Fatti di napoletani perbene".   

“Cari fatti di napoletani perbene, Per tanti anni si è cianciato di Napoli intrappolata nei cliché. In realtà non vedo una città intrappolata in un cliché costruito da altri, vedo lo sfruttamento da parte di alcuni napoletani del marchio made in Naples con cui contrabbandano una città da cliché tutta allegria, pizza e spritz. Vedo una piccola e media borghesia rapace, che non paga tasse di occupazione suolo e usa gli spazi pubblici come fossero di sua proprietà. Vedo un fenomeno di turistificazione del centro storico che sta raggiungendo livelli impensabili, con strade mai state così sporche, dove i turisti si sentono in diritto di lasciare bottiglie e lattine di birra ovunque, orinando e vomitando anche sui sagrati delle chiese, e dove i tavolini pieni dei bar, take away e ristoranti disseminati ovunque, pure in bassi di cinque metri quadri, in cui al massimo si dovrebbe autorizzare la funzione di deposito, impediscono ai pedoni di camminare sui marciapiedi e agli abitanti napoletani di vivere serenamente. Siamo in un assedio perpetuo di chiasso, sporcizia, piccole e grandi illegalità, sopraffazioni. Adesso nel vicolo dove affaccia una stanza di casa mia turisti inglesi ubriachi parleranno strepitando fino all'alba intervallati dalle urla di delinquenti apolidi che correranno giù per la via principale a bordo di motorini truccati senza assicurazione. Ma nessuno li fermerà. Non c'è neanche una telecamera a riprendere quelli contromano per fargli una bella multa e sequestrargli la patente! Menomale che il comune ha pensato di raccogliere soldi per rimettere la Venere degli stracci in piazza. Mi sento proprio sollevata"  (R.F.)

Decine di commenti al post pubblicato tra cui spicca: "È vero, mai amministrazione fu più lontana dalla città e dal suo quotidiano. I residenti del centro storico sono letteralmente abbandonati ed esauriti, Le periferie sono trasparenti con un sindaco che ignora l’esistenza di Ponticelli, San Giovanni a Teduccio, del rione Ascarelli. Del resto è stato un sindaco calato da Roma, capace di vincere solo con la forza bruta di centinaia di liste e migliaia di candidati, a cui fu promesso l’impossibile e il cui risultato lo vediamo con incompetenza che urla soprattutto a livello municipale. Tocca aspettare altri 4 anni, con la speranza che il popolo esasperato, si svegli un po'’".

12 Settembre 2023 09:19 - Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2023 09:19
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi