21 Maggio 2024 - Aggiornato alle 09:03
SPORT

Torino-Napoli: 0-4. "Valanga azzurra all'Olimpico" di Giovanni Spinazzola

19 Marzo 2023 18:08 —

Trionfo del Napoli allo Stadio Olimpico Grande Torino. Una quaterna ai granata che fortifica il primato in classifica in attesa del derby romano e del big match tra Inter e Juventus. Non era per nulla facile vuoi perché il Torino veniva da un buon numero di risultati positivi che lo hanno portato al limite della zona europea vuoi perché le squadre di Juric sono sempre toste da affrontare per il tipo di gioco asfissiante che producono ed effettivamente per un periodo del primo tempo è stato proprio così. La squadra di Spalletti è andata subito in vantaggio con un gran goal di testa di Osimhen, ma dopo aver mandato letteralmente alle ortiche almeno tre occasioni per raddoppiare, due soprattutto con Lozano, ha dovuto subire la veemente reazione dei padroni di casa. Due grandi parate di Meret e un palo colto da Sanabria, sulla respinta dell’estremo difensore azzurro, hanno impedito ai granata il pareggio. In questa fase la difesa azzurra ha avuto un po' di difficoltà a contenere uno scatenato Vlasic coadiuvato da Sanabria e da Vojvoda. Rrahmani in un pomeriggio non impeccabile com’è sua abitudine, ha trovato pane per i suoi denti e Kim ha avuto il suo daffare per chiudere i buchi. Tutto è durato circa un quarto d’ora, il tempo per prendere le misure ma soprattutto dare a Lobotka il tempo per salire sul podio e comandare l’orchestra da par suo che sulle velleità dei ragazzi di Juric è piombata la notte. Il raddoppio di Kvaratskhelia ha dato al Napoli la tranquillità di andare al riposo sul doppio vantaggio e nella ripresa è stato solo uno show fino alla quarta rete. Due reti che hanno visto protagonista assoluto Osimhen ma che ha avuto suoi degni aiutanti Kvaratskhelia e un sempre più incisivo Ndombelè bravo a accordarsi con il resto dei suoi compagni in un orchestra che suona solo una musica dai toni andante, andante-mosso, brio, impetuoso. Mini turn over per il Napoli con Olivera e Lozano fin dal primo minuto al posto di Mario Rui e Politano. Al 9’ gli azzurri vanno in vantaggio su un pallone rubato da una rimessa laterale del Toro, Lozano viene servito in area ma è contrastato ed è angolo. Sul corner battuto impeccabilmente da Zielinski svetta Osimhen e mette dentro. I padroni di casa commettono diversi svarioni sulla propria tre quarti in fase di costruzione di gioco e il Napoli puntualmente ruba palla facendosi minaccioso. Al 13’ Osimhen serve Kvaratskhelia ma il tiro va fuori. Un minuto dopo però è la squadra di Juric che si rende pericolosa con un tiro di Vlasic che Meret in tuffo respinge. E’ il miglior momento dei padroni di casa che al 22’ sfiorano la segnatura su tiro di Ricci deve ancora impegnarsi Meret a respingere la sfera però arriva a Sanabria il cui tiro si stampa sul palo. La difesa azzurra non chiude bene al centro e Vlasic è troppo libero e al 23’ altro grosso pericolo con un gran tiro di Vojvoda che attraversa tutta la porta azzurra. Il Napoli si ricompatta e riprende in mano il comando del centrocampo e fioccano le occasioni per raddoppiare. C’è da dire che gli attaccanti del Napoli sprecano un po' troppo ed in particolare Lozano che davanti all’area di rigore avversaria cincischia, cade e perde il pallone. Al 30’ Osimhen al centro per Lozano che in area davanti al portiere si fa anticipare. Trascorrono quattro minuti e Kvaratskhelia viene sgambettato. Rigore che lo stesso georgiano realizza. Altra occasione per fare tris è sui piedi di Osimhen che tira dal limite dell’area e costringe il portiere del Torino ad un tuffo sulla propria destra per deviare in angolo. Si va al riposo sul doppio vantaggio. Nella ripresa lo show. Corre il 51’ e Anguissa sradica il pallone dai piedi di un avversario mette in azione Di Lorenzo che rovescia con una splendida apertura il pallone sulla sinistra dove c’è Kvaratskhelia passaggio per Olivera che fa partire un cross lungo dalla parte opposta su cui s’avventa di testa Osimhen, e sono tre! Al 68’ stavolta è il nigeriano che difende il pallone sulla destra si gira e fa partire Kvaratskhelia sulla tre quarti appena fuori l’area granata assist perfetto per l’accorrente Ndombelè che infila Milinkovic-Savic sotto le gambe e sulla ruota di Torino esce anche la quaterna. Potrebbe uscire anche la cinquina se Elmas non arrivasse un attimo in ritardo su un passaggio in profondità in area a tu per tu con l’estremo difensore granata. Un successo che senz’altro vale molto di più dei tre punti incamerati. Ed ora la sosta per le Nazionali e alla ripresa la partita con il Milan, la prima di tre comprese quelle dei quarti di Champions League.

 

 

19 Marzo 2023 18:08 - Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2023 18:08
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi