15 Luglio 2024 - Aggiornato alle 11:02
CRONACA

Napoli: Guardia Costiera mette in salvo gli occupanti di una imbarcazione ma il proprietario vuole essere rimorchiato. Al rifiuto minaccia l'ufficiale "Ti uccido"

11 Luglio 2023 10:27 —

La scorsa settimana il Luogotenente Ciro Di Giacomo, Comandante della Motovedetta della Guardia Costiera di Napoli, durante un’operazione di soccorso a largo di Capo Miseno ha subito delle minacce.

La squadra della Guarda Costiera stava mettendo in salvo gli occupanti di un’imbarcazione ma il suo proprietario ne chiedeva il rimorchio, sebbene i mezzi della Guardia Costiera non siano abilitati al rimorchio di natanti privati, il quale deve avvenire mediante l’ausilio di mezzi abilitati. Il proprietario della barca, un 53enne napoletano, vistosi rifiutare la richiesta, ha cosi cominciato ad inveire contro il Comandante Di Giacomo rivolgendogli le parole: “Io ti uccido.”.

Nei suoi confronti è stata sporta denuncia a piede libero posta al vaglio della Procura di Napoli.

“Non vi è rispetto per le Autorità che spesso, troppo spesso, vengono viste come una minaccia, come un nemico da sconfiggere.  Il Comandante Di Giacomo, a cui va tutta la nostra solidarietà, è stato minacciato come lo è stato anche il tenente della Capitaneria di Porto Paolo Fedele dopo le operazioni anti-abusivismo agli ormeggi di Mergellina. Lo Stato deve imporsi per tutelare le figure e gli uomini che si adoperano per ripristinare la legalità e salvare le vite. Invece di essere sostenuti e ringraziati sono sempre più spesso oggetto di minacce e aggressioni.”- queste le  parole deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

11 Luglio 2023 10:27 - Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2023 10:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi