30 Settembre 2020 - Aggiornato alle 08:04
SPORT
Casa Napoli: "Campionato finito" di Giovanni Spinazzola
06 Agosto 2020 18:59 —

Il Napoli ha chiuso al sesto posto il campionato di Serie A, un torneo travagliato che ha visto anche il cambio in panchina in corso d’opera, con la squadra passata da Carlo Ancelotti a Gennaro Gattuso. La stagione ha riservato l’amara realtà di non partecipare alla prossima Champions League (ma non è detta l’ultima parola, perché vi andrebbe di diritto in caso di vittoria dell’attuale competizione) ma anche la gioia della Coppa Italia finita in bacheca dopo il successo contro la Juve in finale. Una stagione, quindi, a tratti deludente, in chiaroscuro ma con alcune situazioni che non possono non lasciare perplessi. I partenopei, in tutta la stagione, hanno avuto a favore solo cinque rigori, con una quindicina almeno negati tra errori colossali e sviste macroscopiche, in tema di Var per giunta. A spulciare le statistiche pubblicate dalla Lega Calcio, infatti, emerge quanto questo dato sia decisamente in controtendenza con i numeri azzurri. Il Napoli è la prima squadra d’Italia per legni colpiti, ben 24, la seconda in tutta Europa; è la seconda in A anche per tiri in porta, addirittura 514 di cui 276 in porta e 238 fuori lo specchio. Il Napoli è la formazione con più possesso palla della A, con una media di 30’ a partita, di cui 16’13” nella metà campo avversaria oltre ad essere la penultima per tiri subiti. Numeri che, se da un lato evidenziano come la squadra non abbia certo incantato, dall’altro svelano anche come i partenopei siano incappati in una stagione anche sfortunata, con tanti torti che hanno anche minato il cammino dei partenopei.  

06 Agosto 2020 18:59 - Ultimo aggiornamento: 06 Agosto 2020 18:59
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi