03 Aprile 2020 - Aggiornato alle 05:47
SPORT
Casa Napoli: "Elmas ha messo la freccia ed è pronto al sorpasso" di Giovanni Spinazzola
13 Febbraio 2020 17:37 —

Piotr Zielinski ed Eljif Elmas. Due facce della stessa medaglia, quella del centrocampo del Napoli. Entrambi giovani, classe ’94 il polacco, ’99 il macedone, presto potrebbero entrare in concorrenza per il posto di mezz’ala sinistra nella mediana azzurra. Se, infatti, fin qui il numero 20 è stato intoccabile per Gennaro Gattuso, le ultime prestazioni dell’ex Fenerbahce stanno inducendo a riflessioni tecnico-tattiche. È, forse, un bene per il Napoli e soprattutto per Zielinski che, pungolato a dovere, potrebbe ritrovare lo smalto di un tempo e, soprattutto, la continuità di rendimento. Nell’ultimo anno – in questa stagione è stato ancora più evidente – l’ex Empoli ed Udinese non ha mai brillato veramente; si è visto solo a sprazzi, con il suo talento emerso ad ondate, imponenti, prima di ritirarsi. Abulico, quasi svogliato; è questa l’impressione che dà Zielinski in campo ed è un difetto mentale atavico, considerato come anche Boniek – il Presidente della Federcalcio polacca – lo abbia pungolato in più di un’occasione. Di questo passo, resterà un calciatore normale, non in grado di fare la differenza perché discontinuo. Il gol alla Juve e l’assist per Milik contro la Sampdoria unici acuti nelle ultime settimane prima di ritornare nell’oblio. Anche ieri il polacco è stato il peggiore del Napoli in campo; una sola, grande, occasione per sbloccare la partita ed il tiro sparato su Padelli e nulla più, se non il girovagare per il campo senza trovare una posizione. Situazione completamente differente per Elmas; voluto da Carlo Ancelotti, il ragazzo – dopo un periodo di ambientamento – sta mettendo in mostra le sue qualità. Con Gennaro Gattuso il macedone è stato utilizzato con un minutaggio sempre più crescente; già decisivo contro il Sassuolo, quando fu protagonista della rete della vittoria in pieno recupero (fu assegnato autogol dalla Lega, ma fu determinante il ragazzo, subentrato poco prima), dal 1’ contro la Sampdoria, Elmas ha segnato il gol del momentaneo 2-0 agendo da mezz’ala. Ieri, la sorpresa; dopo aver scontato la squalifica contro il Lecce (è arrivata la sconfitta, solo un caso?), Ringhio ha piazzato il macedone esterno alto a sinistra nel tridente ed ha offerto un’altra prova convincente, decisamente a sorpresa. Grinta, dinamismo, qualità e quantità per il classe ’99 che, ora, si candida ad un posto da titolare. In un Napoli non del tutto guarito, servono calciatori in grado di lottare ed Eljif rientra sicuramente nel novero. Zielinski può iniziare a tremare, Elmas ha messo la freccia ed è pronto al sorpasso. 

13 Febbraio 2020 17:37 - Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2020 17:37
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi