12 Luglio 2020 - Aggiornato alle 17:31
POLITICA
De Luca: "Rapinati alla Campania centinaia di milioni di euro e Roma fa finta di niente". E sui 60.000 assistenti volontari: "A volte sembra davvero doversi convincere che in questo paese l'unica cosa seria è il cabaret" 
29 Maggio 2020 17:21 —

E' un vero e proprio show quello del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel consueto appuntamento del venerdi sulla situazione del Covid-1. De Luca non le manda a dire e accusa, nuovamente, il Ministero dell'Economia ed il Governo di aver rapinato la Regione Campania di 240 milioni di euro e che, nonostante una sentenza della corte dei Conti imponga la restituzione della somma all'Ente di Santa Lucia, sia il Ministero che Palazzo Chigi fanno finta di niente. Ma comunque il Governo c'è, incalza un ironico De Luca, e ci apre il cuore alla speranza, non ci ha dimenticati. E, infatti ha deciso questa straordinaria operazione, direi, mistica, 60.000 volontari, assistenti volontari, che cosa devono fare?  Abbiamo posto questa domanda. Possono fare la multa a chi non porta la mascherina obbligatoria? No. Possono regolamentare un po' il traffico? No. Possono fare la multa a chi non mantiene i tavoli distanziati nei ristoranti? No. Possono controllare la movida? No. E allora noi ci domandiamo cosa possono fare questi 60.000? Ci è stato risposto "moral suasion". Si sono formati? No. Si sono formati alla scuola del niente e saranno chiamati a fare il nulla. Bene, possiamo consolarci. Il Governo ha deciso di ridare vita dopo otto secoli al movimento degli spirituali. Gli allievi di Ubertino da Casale  e Jacopone da Todi. A volte sembra davvero doversi convincere che in questo paese l'unica cosa seria è il cabaret.    

29 Maggio 2020 17:21 - Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2020 17:21
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi