21 Novembre 2018 - Aggiornato alle 20:44
SPORT
ESCLUSIVA – Tommaso Mandato (Ag. FIFA): “Napoli, arriverà solo il portiere. Piccoli spiragli per Belotti, azzurri lenti sul mercato. Su ADL-Bari…”
11 Agosto 2018 10:00 —

Il mercato chiuderà tra meno di una settimana; sabato prossimo è già tempo di campionato per il Napoli – impegnato contro la Lazio all’Olimpico – ed i tifosi sono ancora in attesa di capire se i partenopei si rinforzeranno. La Redazione de “I Fatti di Napoli” ha contattato, in esclusiva, l’agente FIFA Tommaso Mandato per il punto della situazione in casa azzurra.

Edinson Cavani continuerà a restare un sogno di mezza estate per i tifosi?

Non ci sono i presupposti – considerando la politica societaria – per ingaggiare Cavani; i costi sono tanti rispetto ai parametri imposti dal presidente De Laurentiis. È un peccato perché poteva essere non solo il colpo in grado di riaccendere gli entusiasmi della piazza, ma sotto il profilo tecnico è ancora un calciatore valido. Avrebbe potuto garantire per almeno quattro-cinque anni un rendimento altissimo”.

Il colpo Cavani poteva essere anche una risposta alla Juve ed a Ronaldo. Il Napoli, ai blocchi di partenza, non parte nemmeno come l’anti-Juve considerato anche il mercato delle milanesi?

Il calcio d’agosto non è mai molto indicativo, è particolare. Al di là della Juve – discorso a parte, non si deve fare riferimento, l’ingaggio di Cristiano Ronaldo è la dimostrazione di quali siano gli obiettivi della squadra – il problema reale è il rafforzamento delle altre formazioni. Molto bene l’Inter così come il Milan – anche se i rossoneri devono ancora risalire la china – ma anche la Roma, con Monchi autore di un ottimo mercato nonostante la cessione di Alisson. Il Napoli riparte dalla riconferma di quasi tutti i titolarissimi ad eccezione di Jorginho ma anche con molti dubbi; il primo può essere considerato il nuovo ruolo di Hamsik a centrocampo, il secondo è legato al portiere, ancora irrisolto, in attesa della guarigione di Meret, mentre il terzo è in attacco, dove c’è il solo Milik, con Inglese che non può essere considerato l’alternativa se paragonato l’attacco azzurro agli altri top club italiani”.

Non è, infatti, un azzardo disputare un intero campionato e la Champions League con il solo Milik reduce da due interventi ai crociati ed Inglese senza alcuna esperienza?

È chiaro che la società si difende tirando in ballo forse il calciatore più importante del reparto offensivo, ormai un vero e proprio centravanti di ruolo; stiamo parlando di Mertens. Il belga, però, se è vero come abbia disputato due ottime stagioni, lo è altrettanto il fatto di come sia stato aiutato molto dal gioco collettivo di Sarri. Milik ha lasciato intravedere in questi due anni grandi potenzialità però c’è il grande punto interrogativo legato alla continuità considerato i due infortuni che ha subìto; Inglese, invece, nonostante sia un profilo interessante, non ha dalla sua esperienza internazionale ed anche in campionato viene da un club di bassa classifica”.

Meret si è infortunato, Karnezis non ha convinto, si segue Ochoa senza riuscire a chiudere, tanti gli obiettivi sfumati. Non appare un po’ raffazzonata la strategia del Napoli per il portiere?

Il problema è generale. Il Napoli ha messo a segno due ottimi acquisti in avvio di mercato; Verdi e Fabian Ruiz, due calciatori di prospettiva ma che nell’immediato possono dare un grande apporto. Il problema è negli altri ruoli; pur avendo obiettivi ben precisi, si è perso molto tempo per raggiungere i colpi prefissati. In porta ha preso forse il giocatore più interessante, il giovane italiano di prospettiva più forte in assoluto; purtroppo con l’infortunio si è aperto un altro punto interrogativo. È chiaro che questo tira e molla fra gli obiettivi, con Ochoa ed altri portieri contattati, non è certo positivo né per il tecnico tantomeno per l’intero gruppo. Mai come quest’anno, infatti, è importante che la squadra parta bene, con risultati positivi che possano riaccendere l’entusiasmo in una piazza delusa”.

Alla fine Ochoa arriverà?

Credo che sia difficile fare previsioni in questo momento anche perché mancano pochissimi giorni alla chiusura delle trattative. Un portiere, nel caso specifico Ochoa, dovrebbe arrivare ma con questo Napoli mai dire mai. Tutti si aspettavano l’arrivo della punta, l’acquisto del laterale; quest’ultimo è stato ingaggiato ma trattasi di un profilo poco conosciuto. Ora si attende il nuovo estremo difensore; mi auguro arrivi solo un vero portiere e non il classico terzo che non ha senso”.

È realistico pensare solo all’arrivo di un portiere senza l’ingaggio di una punta, compresi i vari Belotti e Balotelli, profili spuntati negli ultimi giorni?

Credo che sia la conclusione più verosimile. Si cercherà di avere la certezza di un portiere lasciando a Meret il tempo di riprendersi con tranquillità. In attacco vedo difficile l’arrivo di una grande punta; ad oggi la soluzione potrebbe essere l’ingaggio di Belotti dal Torino in cambio di conguaglio economico ed Inglese come contropartita tecnica. Immagino questo scenario perché chiaramente prendere altri calciatori diventa sempre più difficile; al di là dell’aspetto economico, infatti, la squadra chiamata a cedere il suo atleta deve poi tornare sul mercato per comprare un sostituto”.

A Dimaro De Laurentiis affermò come Ancelotti fosse il vero top player del Napoli. Sarà così? Il tecnico di Reggiolo può dare realmente quel qualcosa in più alla squadra sia come mentalità che come utilizzo dei calciatori della rosa, puntando su ragazzi come Rog ed Ounas scarsamente impegnati nella passata gestione?

A De Laurentiis va dato atto dell’aver realizzato una mossa eccezionale all’indomani del divorzio da Sarri. Ha ingaggiato l’allenatore più titolato al mondo in attività coprendo una falla che poteva essere devastante. L’arrivo di Ancelotti è sicuramente garanzia per quanto riguarda la mentalità e la crescita dell’aspetto vincente e dell’esperienza internazionale; Ancelotti, però, negli ultimi anni ha allenato sempre dei team in cui c’erano grandissimi calciatori ed è stato bravissimo a dare loro le proprie idee e direttive. A Napoli si trova davanti un gruppo di calciatori ottimi, reduci da campionati stupendi nell’era Sarri, ma non siamo di fronte a dei veri top player, a degli organici eccezionali. È un’ottima rosa quella napoletana ed il tecnico cercherà di valorizzarla il più possibile. È questa la vera sfida. Da qui a dire che sarà un Napoli vincente, beh, dobbiamo verificarlo sul campo”.

Questo Napoli dove può arrivare tra campionato e Champions League?

Credo che abbia i numeri per entrare nella Champions League del prossimo anno e quindi finire in campionato tra le prime quattro. Sarà lotta con le milanesi e le romane, tolta la Juve. A livello internazionale dipende anche dalla sorte, dagli accoppiamenti nei gironi; credo che il Napoli cercherà di andare avanti il più possibile perché uno degli obiettivi del presidente è aumentare la visibilità a livello internazionale e, ovviamente, gli introiti derivanti dalla Champions League”.

Come valuti l’acquisto del Bari da parte del presidente De Laurentiis?

Sotto il profilo imprenditoriale è un grossissimo affare. Memore dell’esperienza napoletana ha fiutato una grande operazione perché in prospettiva quella pugliese è una delle piazze da far crescere senza problemi portandola dalla D fino alla massima serie. Sicuramente, in un mondo imprenditoriale ed in un calcio come quello odierno, in cui esiste la possibilità delle multiproprietà, sotto il profilo personale per ADL è un grande affare. Ho decisamente più titubanze da tifoso del Napoli; è vero che saranno due situazioni distinte, però nel momento attuale, in cui la piazza azzurra cercava un attaccamento maggiore da parte del presidente nei confronti della squadra, avere questa ulteriore notizia non ha fatto bene. Ha lacerato ancora di più nell’ambiente del tifo non l’amore nei confronti del presidente – non c’è mai stato, ma è reciproco tra le parti – ma ha aumentato ancora di più il distacco nei confronti della proprietà”.

Giovanni Spinazzola

11 Agosto 2018 10:00 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2018 10:00
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi