26 Maggio 2024 - Aggiornato alle 07:47
CRONACA

Napoli: Controlli della Guardia di Finanza in citta e in provincia. Denunce e sequestri

09 Maggio 2024 10:46 —

I Reparti del Comando Provinciale di Napoli, anche alla luce delle indicazioni fornite dal Prefetto di Napoli - Dr. Michele di Bari in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, hanno intensificato le attività di controllo economico del territorio, anche per incrementare la sicurezza nelle zone di movida e nei luoghi di particolare vocazione turistica.

In particolare, nell’ambito di un apposito piano provinciale, gli interventi sono stati finalizzati a contrastare l’abusivismo commerciale, il “lavoro sommerso”, la vendita di prodotti contraffatti e/o non sicuri e il consumo di sostanze stupefacenti, specie presso discoteche, locali notturni e/o di intrattenimento, attività di ristorazione, parcheggi o aree di sosta, anche con turni di servizio in orari serali/notturni e in giorni pre-festivi e festivi.

All’esito dei controlli, esperiti nell’arco temporale di soli 10 giorni, i finanzieri hanno inoltrato 212 segnalazioni alle Autorità competenti (a carico di persone fisiche e attività commerciali) per violazioni alla normativa fiscale nonché giochi e scommesse, pubblicità dei prezzi, canone RAI e codice della strada.

Nel contempo, si è proceduto alla denuncia di 21 soggetti per i reati di contraffazione, ricettazione, spaccio di sostanze stupefacenti e possesso ingiustificato di armi bianche, e al sequestro di circa 27.000 articoli contraffatti e/o non sicuri (tra prodotti per la persona, bigiotteria, profumi e pelletteria), coltelli, videoslot illegali e diverse dosi di sostanze stupefacenti.

In tale contesto, i finanzieri del Gruppo di Frattamaggiore, nel corso di un’ispezione estesa anche all’interno di un deposito, hanno sequestrato oltre 2.000 articoli contraffatti (borse e portafogli completi di dust bag), 4 orologi di lusso originali del valore stimato di 50.000 euro, completi di certificato di garanzia, nonché denaro contante per 5.000 euro. Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per i reati di contraffazione e ricettazione.

09 Maggio 2024 10:46 - Ultimo aggiornamento: 09 Maggio 2024 10:46
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi