23 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 04:47
SPORT
Gattuso: "Malissimo nel primo tempo mentre nella ripresa abbiamo fatto ciò che dovevamo"
13 Dicembre 2020 18:29 —

Gennaro Gattuso, ai microfoni di Sky, ha analizzato la gara contro la Sampdoria. “In coppa avevamo speso tanto e sapevamo che avremmo fatto fatica, proprio come tutte le squadre che hanno giocato in Europa. La rosa ha fatto la differenza, è cambiata la partita con due giocatori cambiando modulo.

Ringhio parla di Lozano, il man of the match. “È veloce, fa entrambe le fasi, mentre l’anno scorso non ci riusciva perché aveva poca forza, era questo il suo problema. Cadeva a terra quando calciava in porta. Ora segna, è ritrovato, come ai tempi del PSV. Importantissimo, al pari di Politano che, seppur abbia faticato oggi, sta facendo ugualmente molto bene. Può capitare di sbagliare gara, l’importante è guardare avanti”.

Gattuso analizza la gara tatticamente. “Ranieri allena squadre organizzate, le due linee da quattro sono in evoluzione. La Sampdoria aveva preparato bene la gara ma noi nel secondo tempo abbiamo palleggiato bene contro una squadra che ti mette in difficoltà”.

“Lozano meglio con una punta di ruolo? A lui piace posizionarsi dentro al campo con il terzino in ampiezza quindi ci sta. Adora accentrarsi superata la metà campo. Ora lui non gioca solo sul binario, con le catene giochiamo meglio, è migliorato”.

Petagna ha abbracciato Gattuso. “I calciatori a volte mi vogliono bene, altre sputano sulla mia fotografia (ride, ndr). A me piace non portare rancore, sono all’antica, sono un tipo pane al pane, vino al vino. Fabian era dispiaciuto oggi, gli ho detto che può riscattarsi tra tre giorni, di stare su con la testa. Capita di sbagliare, l’importante è remare nella stessa direzione. Ecco perché io ed il mio staff preferiamo la gestione piuttosto che recitare, perché se ti scoprono, poi, è un casino”.

Ancora in gol, Andrea Petagna ha commentato visibilmente soddisfatto dopo il successo contro la Sampdoria.

“Voglio ringraziare tutti, in primis i miei genitori, è stata una bella giornata. È merito loro se gioco ancora a calcio. Oggi non era facile vincere, perché venivamo da una gara tosta giovedì scorso. Perché ho trascorso momenti difficili? Dal settore giovanile del Milan, poi alla Sampdoria ed in Serie B; a quel punto pensai di smettere ma loro mi convinsero a lottare ancora. Ho abbracciato Gattuso perché prima della gara mi ha detto che avrei segnato. Sto migliorando molto grazie a lui. Osimhen? Ci sta mancando, è importante per noi; io mi gioco le mie chance, devo continuare a lavorare in questo modo. A Napoli ci sono giocatori fenomenali e quindi non c’è tanto bisogno di tornare indietro e venire incontro per giocare. Il mio compito è attaccare la profondità, farmi trovare pronto in area. Entrare dalla panchina? Dobbiamo essere sempre pronti, sennò ci mangia nello spogliatoio il mister. Tutti siamo bravi qui, quindi questo ci fa migliorare in allenamento”.

Giovanni Spinazzola

13 Dicembre 2020 18:29 - Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2020 18:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi