20 Agosto 2018 - Aggiornato alle 05:36
SPORT
Il Napoli dopo la scoppola va a San Gallo dove l'aspetta il Borussia Dortmund. Per l'attacco l'obiettivo resta Cavani
06 Agosto 2018 11:52 —

Il Napoli, dopo la scoppola rimediata per mano del Liverpool, oggi lascerà Dublino e lo splendido castello dove ha soggiornato per partire alla volta di San Gallo, dove domani sfiderà il Borussia Dortmund nella seconda amichevole internazionale di questa tournée finora decisamente amara. La squadra, cui si aggregherà oggi Dries Mertens reduce dalle vacanze post Mondiale, però, non sarà seguita dal presidente De Laurentiis, tornato a Napoli per il mercato. Sono giorni ed ore frenetiche in casa azzurra, con la dirigenza al lavoro per completare la rosa. L’ultimo arrivo, Kevin Malcuit, è a Villa Stuart per le visite mediche; solo dopo ci sarà l’annuncio ufficiale. Stretta anche per quanto riguarda il portiere; Ochoa il prescelto, offerta da 500mila di prestito oneroso allo Standard Liegi con riscatto a due milioni. I belgi ci pensano e potrebbero rinviare la decisione, in modo da far giocare il messicano nel preliminare di Champions League. Il 33enne, intanto, scalpita e non vede l’ora di sbarcare all’ombra del Vesuvio. Sistemata la questione relativa all’estremo difensore, sarà tempo di dedicarsi all’attaccante. La gara contro il Liverpool l’ha dimostrato; serve una punta di peso, uno di quelli bravi nel gioco aereo ed a lottare per la squadra. Offerto dal Valencia Zaza, profilo che non interessa agli azzurri, sono tanti i rumors su Andrea Belotti. La stagione opaca del Gallo ha fatto precipitare la sua valutazione da 100 a 65 milioni; De Laurentiis sarebbe pronto a metterne 50 sul piatto ma si tratta di un depistaggio, di voci messe ad arte per strappare qualche milione di sconto al PSG per l’unico vero obiettivo, Edinson Cavani. La presenza del patron a Napoli potrebbe accelerare la trattativa, con chiusura addirittura nei prossimi giorni, magari entro la settimana per permettere, poi, lo sbarco del Matador – in stile hollywoodiano - all’ombra del Vesuvio. Prossima settimana, infatti, sarà quella di avvicinamento al primo turno di campionato ed Ancelotti gradirebbe avere in rosa il bomber per prepararsi al meglio in vista della Lazio. Se, come detto, l’intesa con il PSG non è ancora stata raggiunta, c’è accordo totale con il giocatore che percepirà uno stipendio da 7 milioni l’anno con diritti d’immagine al 50%. Intanto anche Koulibaly avrà un ingaggio da top player; quinquennale da 3,5 milioni.

Giovanni Spinazzola

06 Agosto 2018 11:52 - Ultimo aggiornamento: 06 Agosto 2018 11:52
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi